Gli alberghi italiani vestono green

13 Giugno 2019 - hotel & catering

Gli alberghi italiani vestono green

L’Italia del turismo e della ricettività lancia un messaggio: gli alberghi italiani dicono no alla plastica monouso e a quella non necessaria, avviando la modifica delle politiche di gestione della plastica per adottare un approccio più sostenibile che si prenda cura del futuro del Pianeta.

A portare a questo importante percorso con una prima firma di intenti, che apre una collaborazione tra l’associazione che riunisce l’hotellerie italiana e il WWF Italia, è la Fondazione Recchi, dell’esploratore e fotografo Alberto Luca Recchi, che ha dato vita a questo ambizioso progetto nel 2018, conquistando subito l’entusiasta adesione di alcuni noti alberghi di Roma – Grand Hotel de La Minerve, Hotel Hassler, Hotel De Russie, Hotel Lord Byron, Cavalieri Waldorf Astoria e i gruppi Prim spa e Roscioli. 

La firma dell’avvio di questo percorso virtuoso, siglato giovedì 6 giugno a Roma, da Donatella Bianchi, Presidente di WWF Italia, e Giuseppe Roscioli, Presidente di Federalberghi Roma e Vicepresidente vicario di Federalberghi Nazionale, segna l’inizio di un processo che dovrà condurre all’eliminazione della plastica monouso e di quella non necessaria, per ridurre i consumi delle strutture ricettive e anticipare, di fatto, la Direttiva  europea del marzo di quest’anno, che stabilisce alcuni importanti  divieti a partire dal 2021, e guida così il cambiamento in Italia con l’obiettivo di salvaguardare la natura e i nostri mari.

Vado sott’acqua da 40 anni e qualche anno fa, per la prima volta nella mia vita, ho sospeso un’immersione non perché avevo finito l’aria, ma perché avevo la maschera piena di lacrime e non vedevo più. Ero in Indonesia tra scogliere incantevoli trasformate in una zuppa di plastica e rifiuti. Era necessario passare all’azione. – ha raccontato Recchi durante l’incontro – Quando hai qualcuno che ti è caro ed è malato, non stai lì a fotografarlo, cerchi di farlo stare meglio, di guarirlo. Così è nato tutto”.

In Italia gli alberghi sono circa 33.000, e una sola struttura di alto livello, come il Grand Hotel de La Minerve di Roma, consuma ogni anno circa 200 mila flaconcini di shampoo, balsamo e creme. È facilmente intuibile quindi come il settore degli alberghi sia strategico nell’evoluzione delle politiche e pratiche plastic free.

Per affrontare una sfida di tale complessità era necessario affidarsi ad un partner solido, internazionale, scientificamente affidabile e credibile come il WWF, che da anni porta avanti una campagna internazionale contro l’inquinamento da plastica in natura.

La condivisione di intenti e obiettivi con Giuseppe Roscioli e Bernabò Bocca, Presidente di Federalberghi Nazionale, ha dato slancio a una collaborazione con l’obiettivo di eliminare la plastica monouso in tutte le strutture d’Italia.

L’evento, realizzato a corredo della firma dell’accordo di collaborazione, è stato un’occasione di incontro tra i vertici nazionali di Federalberghi e WWF e le strutture che avevano già condiviso l’iniziativa “Bye Bye Plastic” e importanti aziende di packaging. Un primo step per individuare le concrete possibilità di sinergia e collaborazione tra tutti i partecipanti.

Alberto Luca Recchi

Scrittore, esploratore e fotografo subacqueo, ha ideato e guidato le prime spedizioni per filmare le balene, gli squali e i capodogli nel Mediterraneo.È l’unico italiano ad aver realizzato un libro fotografico per il National Geographic.È uno dei due italiani (l’altro è Reinhold Messner) invitato a tenere una conferenza all’Explorers Club di New York, il gotha degli esploratori di tutto il mondo. Ha scritto diversi libri, tre dei quali con Piero e Alberto Angela.

 

Tork Xpressnap Fit®, efficienza nella ristorazione

Tork Xpressnap Fit®, efficienza nella ristorazione

06 Febbraio 2020 - hotel & catering

Una ricerca Tork suggerisce che, con la pianificazione a lungo termine, è effettivamente possibile ottimizzare il tempo. Una ricerca condotta tra proprietari, manager e chef di piccoli ristoranti in una località turistica e in quattro città svedesi, mostra che i manager soffrono di un pesante carico di lavoro e di una mancanza di controllo e pianificazione. Il tempo è prezioso,…
I social media possono aiutare a monitorare l’igiene dei ristoranti

I social media possono aiutare a monitorare l’igiene dei ristoranti

04 Febbraio 2020 - hotel & catering

I social media possono avere un ruolo positivo in un ambito inconsueto: quello delle condizioni igieniche dei ristoranti. L’insolito studio sulle potenzialità delle opinioni dei clienti è stato svolto dai ricercatori dell’Università del Maryland, e pubblicato sulla rivista Information Systems Research. Il lavoro analizza i giudizi espressi nella sezione dedicata ai luoghi di ristorazione della piattaforma Yelp, considerando gli anni…
Expo Riva Hotel diventa Hospitality

Expo Riva Hotel diventa Hospitality

14 Gennaio 2020 - hotel & catering

Dal 2 al 5 febbraio al Quartiere Fieristico di Riva del Garda torna, con un’identità nuova, la fiera italiana dedicata al settore dell’ospitalità e della ristorazione. Nel 2020, la consolidata esperienza di Expo Riva Hotel trova la sua naturale evoluzione in Hospitality, un evento ancora più ricco di contenuti, pensato per raccontare, attraverso design, gusto e formazione, la ricetta italiana…
Testate