10° Osservatorio Assocasa: innovare per rispondere alla crisi

25 ottobre 2011 - industria & gdo

Stampa

L’innovazione intelligente come antidoto alla crisi. Questo, in sintesi, il messaggio del 10° Osservatorio del mercato dei detergenti e dei prodotti per la casa presentato il 20 ottobre scorso a Milano da Assocasa in collaborazione con Nielsen. Le famiglie italiane pongono sempre maggiore attenzione a quanto spendono, preoccupate per un mercato del lavoro ancora in difficoltà e per gli effetti della manovra sul reddito disponibile e sul potere di acquisto. Il ruolo del settore detergenza, in questo scenario, vuole essere trainante e propositivo, attento alle esigenze di risparmio e qualità dei consumatori attraverso il contenimento dei prezzi, nuove politiche di promozione e soprattutto tanta, tanta innovazione. Sempre maggiore è, infatti, l’impegno delle aziende nella creazione di formulazioni e soluzioni all’avanguardia, che migliorano le performance e le caratteristiche di ecosostenibilità dei prodotti: un esempio sono i concentrati per il bucato casalingo in commercio da giugno, ma anche i detergenti liquidi ultra concentrati che sono ora offerti anche predosati in confezioni monodose. Dall’analisi effettuata con Nielsen, emerge che, nell’anno terminante ad agosto 2011, il comparto cura casa, esclusi i “disposable”, segna a valore -1,8% con una pressione promozionale, che si presenta superiore agli altri comparti e tocca nell’anno terminante ad agosto 2011 il 36,9% in aumento rispetto all’anno terminante ad agosto 2010 (35,9%). Si conferma positivo il trend della marca privata, che chiude il primo semestre 2011 al 16,6% sul totale Grocery. Continua, peraltro, la tendenza dei consumatori a rivolgersi alle estremità: da un lato l’alta gamma con gli specialisti della casa e i leader di mercato, segno della fiducia del consumatore nel brand e nei prodotti particolarmente innovativi; dall’altro la bassa gamma con le promozioni e i discount, segno invece della necessità di ridurre la spesa.

http://assocasa.federchimica.it/

Ultima chiamata per il clima… e Carrefour c’è!

Ultima chiamata per il clima… e Carrefour c’è!

13 gennaio 2016 - industria & gdo

(Tratto da GSA n.12, dicembre 2015) Il riscaldamento globale fa sempre più paura e tutti sono chiamati a fare la propria parte: gli obiettivi della Cop21 di Parigi sono ambiziosi ma gli esempi virtuosi non mancano, anche nell’industria e nel retail. Ecco il caso di Carrefour e di alcuni fornitori italiani, fra cui Amadori e Lucart. FARE CLIC PER SCARICARE…
Con ‘Beeapp': lo spreco diventa risorsa

Con ‘Beeapp': lo spreco diventa risorsa

12 gennaio 2016 - industria & gdo

Raccogliere in appena un minuto le segnalazioni di eccedenze dai comparti dell’industria alimentare e della grande distribuzione organizzata, con lo scopo di far arrivare questi prodotti in modo piu’ efficiente e veloce a chi ne ha bisogno. Si chiama ‘BeeApp‘ e funziona da novembre scorso.Si tratta di una nuova applicazione per smartphone capace di unire l’esperienza del Banco alimentare Roma, che…
Festeggiate senza sprecare

Festeggiate senza sprecare

30 dicembre 2015 - industria & gdo

Il Ministero dell’Ambiente, CONAI e i Consorzi Nazionali per il Riciclo degli imballaggi in alluminio (Cial), carta (Comieco), plastica (Corepla), acciaio (Ricrea), vetro (Coreve) e legno (Rilegno) hanno avviato il progetto  “Family Bag  – Non sprecare, un nuovo stile di vita”. L’iniziativa ha lo scopo di cambiare le abitudini degli italiani a tavola e promuovere comportamenti virtuosi volti a combattere lo…
Testate