Quanto costa un’azienda carente in sicurezza? Te lo dice il software INAIL

16 febbraio 2011 - imprese & dealers

Messo a punto dall’Istituto uno strumento che permette alle imprese di quantificare i costi legati a un infortunio (sia diretti che indiretti), consentendo alle imprese di comprendere meglio l’impatto non solo sociale, ma anche economico, del fare prevenzione. Avviata una sperimentazione con la Confapi di Reggio Emilia
Quanto costa avere un’impresa carente dal punto di vista della prevenzione? Anche al di là dell’aspetto naturalmente primario dell’impatto sulla salute dei lavoratori, da un punto di vista economico – sul bilancio dell’attività, dunque – questa carenza in cosa si traduce? A cercare di fornire qualche valutazione in merito è stato lo studio congiunto che ha coinvolto le due consulenze dell’INAIL, la Contarp (Consulenza tecnica per l’accertamento rischi e prevenzione) e la Csa (Consulenza statistico attuariale) che, in stretta collaborazione, hanno portato a termine lo sviluppo di un software per il calcolo di questo tipo di costi aziendali. Lo strumento permette, così, alla singola azienda di quantificare i costi legati all’accadimento di un infortunio, calcolando sia quelli diretti che quelli indiretti. Inoltre consente di analizzare i costi assicurativi e quanto l’azienda investe in prevenzione.
Una sperimentazione di questo strumento è stata avviata di recente – grazie all’iniziativa di INAIL Emilia Romagna – all’interno delle aziende associate alla Confapi di Reggio Emilia. Il software messo a punto dalla Contarp e dalla Csa può anche fare una stima del risparmio economico che l’azienda potrebbe ottenere investendo in sicurezza. Il progetto, sottolineano i realizzatori “vuole essere uno strumento di ausilio ai datori di lavoro e al management aziendale per una più corretta conoscenza dei costi legati alla salute e sicurezza sul lavoro e vuole fornire anche una indicazione di massima delle somme a disposizione per il miglioramento delle condizioni di lavoro, affinché sia da stimolo a raggiungere i bassi livelli infortunistici delle aziende (del medesimo settore e dimensione) che hanno deciso di integrare la politica della sicurezza sul lavoro nella loro politica aziendale”.

Assosistema: novità e criticità del nuovo Regolamento per i DPI

Assosistema: novità e criticità del nuovo Regolamento per i DPI

29 settembre 2016 - hotel & catering

Grande successo di pubblico per il Convegno “Cosa cambia nel mondo dei Dpi: il nuovo regolamento di sostituzione della Direttiva Europea 89/686/CE”, che Assosistema ha organizzato il 21 settembre scorso alla Fiera di Bergamo in occasione del Safety Expo 2016. L’evento, moderato dal Segretario Generale di Assosistema Patrizia Ferri, ha registrato una notevole affluenza di pubblico, incuriosito dall’attualità del tema…
Città metropolitane: opportunità di business per le imprese

Città metropolitane: opportunità di business per le imprese

29 settembre 2016 - Articoli

(Tratto da GSA n.8, agosto 2016) E’ in pieno avvio l’attività delle Città metropolitane come soggetti aggregatori. Sono già in programma le prime convenzioni di pulizia e manutenzione immobili: uno scenario interessante per la partecipazione diretta di molte imprese escluse dalle mega convenzioni. Sul sito acquistinretepa.it si può verificare lo stato dell’arte delle diverse iniziative.   CLICCARE PER LEGGERE…
Kärcher presenta “Il Pulito è servito”

Kärcher presenta “Il Pulito è servito”

28 settembre 2016 - imprese & dealers

Kärcher dà il via a “Il Pulito è servito”, il nuovo concorso valido dal 3 Ottobre per promuovere i prodotti della linea Home Cleaning; oggetto dell’iniziativa la gamma di aspiratori domestici VC, gli aspiratori WD multiuso, gli tutti i modelli di aspiragocce WV, i pulitori a vapore (SC, SV, SI), l’aspiratore aspiraceneri AD3 Premium, l’aspiratore lavamoquette SE 5.100, la scopa…
Testate