Quanto costa un’azienda carente in sicurezza? Te lo dice il software INAIL

16 febbraio 2011 - imprese & dealers

Messo a punto dall’Istituto uno strumento che permette alle imprese di quantificare i costi legati a un infortunio (sia diretti che indiretti), consentendo alle imprese di comprendere meglio l’impatto non solo sociale, ma anche economico, del fare prevenzione. Avviata una sperimentazione con la Confapi di Reggio Emilia
Quanto costa avere un’impresa carente dal punto di vista della prevenzione? Anche al di là dell’aspetto naturalmente primario dell’impatto sulla salute dei lavoratori, da un punto di vista economico – sul bilancio dell’attività, dunque – questa carenza in cosa si traduce? A cercare di fornire qualche valutazione in merito è stato lo studio congiunto che ha coinvolto le due consulenze dell’INAIL, la Contarp (Consulenza tecnica per l’accertamento rischi e prevenzione) e la Csa (Consulenza statistico attuariale) che, in stretta collaborazione, hanno portato a termine lo sviluppo di un software per il calcolo di questo tipo di costi aziendali. Lo strumento permette, così, alla singola azienda di quantificare i costi legati all’accadimento di un infortunio, calcolando sia quelli diretti che quelli indiretti. Inoltre consente di analizzare i costi assicurativi e quanto l’azienda investe in prevenzione.
Una sperimentazione di questo strumento è stata avviata di recente – grazie all’iniziativa di INAIL Emilia Romagna – all’interno delle aziende associate alla Confapi di Reggio Emilia. Il software messo a punto dalla Contarp e dalla Csa può anche fare una stima del risparmio economico che l’azienda potrebbe ottenere investendo in sicurezza. Il progetto, sottolineano i realizzatori “vuole essere uno strumento di ausilio ai datori di lavoro e al management aziendale per una più corretta conoscenza dei costi legati alla salute e sicurezza sul lavoro e vuole fornire anche una indicazione di massima delle somme a disposizione per il miglioramento delle condizioni di lavoro, affinché sia da stimolo a raggiungere i bassi livelli infortunistici delle aziende (del medesimo settore e dimensione) che hanno deciso di integrare la politica della sicurezza sul lavoro nella loro politica aziendale”.

Fnip/ Confcommercio, grande successo per il convegno sulla Centralizzazione degli acquisti pubblici

Fnip/ Confcommercio, grande successo per il convegno sulla Centralizzazione degli acquisti pubblici

28 aprile 2017 - imprese & dealers

Straordinario successo, il 20 aprile, per la Tavola Rotonda “Mercato pubblico, centralizzazione degli acquisti e tutela della concorrenza”, organizzata da Fnip/Confcommercio – Federazione Nazionale delle Imprese di Pulizia, di Disinfestazione, di Servizi e Multiservizi presso la sede di Confcommercio a Roma. Al centro del dibattito i nuovi scenari delineati dalla centralizzazione degli acquisti pubblici, e le mega convenzioni suddivise in…
Unger Stingray premiato per il suo eccezionale design

Unger Stingray premiato per il suo eccezionale design

27 aprile 2017 - imprese & dealers

Il sistema di pulizia per vetri interni UNGER Stingray è stato premiato con il Red Dot Design Award, un rinomato riconoscimento a livello internazionale. La giuria di esperti ha scelto il prodotto innovativo vincente per la categoria “Product Design” tra oltre 5.500 candidati. “Siamo molto lieti di esserci aggiudicati questo riconoscimento di importanza mondiale” afferma  , Senior Director of Marketing…
Una carezza in un… vetro

Una carezza in un… vetro

20 aprile 2017 - Articoli

(Tratto da GSA n.3, marzo 2017) La deliziosa “pièce” narrativa di Sergio Claudio Perroni “Il principio della carezza” racconta l’innamoramento ad alta quota fra una scrittrice e un lavavetri. E’ l’omaggio che Afidamp, in collaborazione con La nave di Teseo, il progetto editoriale di Elisabetta Sgarbi, ha fatto ai propri associati. Toni D’Andrea ci racconta com’è andata, a partire dall’incontro,…
Testate