Seconda edizione per “L’alfabeto dei rifiuti”

17 novembre 2010 - igiene urbana

Esce a distanza di poco più di un anno una nuova edizione del volume “La gestione dei rifiuti dalla A alla Z”, di Stefano Maglia (Irnerio, Piacenza, pp. 262, 28 euro, www.irnerioeditore.it ). I principali elementi di novità sono già chiari dai sottotitoli: rispettivamente “Dopo il testo unico ambientale” e “270 problemi, 270 soluzioni”. Rispetto alla prima edizione, infatti, sono stati aggiunti ben 110 casi nuovi (e diverse nuove voci), ed anche quelli precedenti sono stati rivisti e aggiornati alla luce delle importanti novità normative intervenute negli ultimi mesi. Alcuni esempi? Il recepimento della direttiva europea sui rifiuti (la 98/08/Ce), l’avvento del Sistri (Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, www.sistri.it), la nuova disciplina sui Raee, e così via. Come nell’edizione precedente, il concetto-chiave alla luce del quale interpretare il senso del volume è quello di “responsabilità”. La gestione dei rifiuti, dunque, deve essere vista da tutti gli attori che ne sono coinvolti come lotta agli sprechi, all’inquinamento di terreni ed acque, alle ecomafie, in ultima analisi ad un sistema che privilegia e premia chi consuma di più a scapito di un mondo sempre più piccolo e fragile.
Il libro, appunto, vuole essere un ausilio pratico alla soluzione di svariati problemi interpretativi generati da un sistema di norme spesso disorganico e disarticolato.

Littering e abbandono rifiuti: motivi e soluzioni

Littering e abbandono rifiuti: motivi e soluzioni

11 gennaio 2017 - Articoli

(Tratto da GSA igiene urbana 4/2016) Cos’è il littering L’abbandono di piccoli rifiuti, come mozziconi di sigaretta, gomme da masticare e altri piccoli oggetti, denominato “littering”, è una problematica ritenuta sempre più rilevante per la sostenibilità dell’ambiente urbano. CLICCARE PER LEGGERE…
Altolà alla plastica: arrivano gli straordinari “organic bags”

Altolà alla plastica: arrivano gli straordinari “organic bags”

22 dicembre 2016 - igiene urbana

Proprio in un momento in cui la legislazione comunitaria e nazionale sta dando ulteriori giri di vite all’uso dei sacchetti di plastica non biodegradabili, sta facendo il giro del web la notizia che un giovane imprenditore dello stato indiano di Karnataka, il ventiquattrenne Ashwath Hegde, CEO di Go Green Corporation, ha sviluppato innovativi sacchetti “organici” a base di amido di…
Testate