Lavaggio tessili e dispositivi medici, pubblicati i nuovi CAM

13 Gennaio 2021 - sanità

Lavaggio tessili e dispositivi medici, pubblicati i nuovi CAM

Al servizio di lavaggio e distribuzione di tessili e materasseria sono correlati vari impatti ambientali. Tra i più significativi vi sono quelli legati all’eutrofizzazione acquatica, ai cambiamenti climatici e alla tossicità umana. Attraverso l’applicazione dei CAM sarà possibile contribuire alla riduzione dei consumi energetici (e delle correlate emissioni di gas climalteranti) alla riduzione dei consumi idrici e alla riduzione dell’uso di sostanze pericolose nei processi di lavaggio.

Con il Decreto 9 dicembre 2020 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.2 del 4 gennaio 2021) sono stati adottati i criteri ambientali minimi, che entreranno in vigore dopo 120 giorni dalla loro pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, per il noleggio e ricondizionamento di tessile piano (tovaglie, lenzuola, teli per il settore sanitario, per la ristorazione, per le altre strutture assistenziali, detentive etc.), indumenti da lavoro, indumenti ad alta visibilità e dispositivi di protezione individuale, teli e camici di diverse dimensioni, materasseria, compreso dispositivi medici sterili.

Specifiche tecniche

I prodotti tessili (eventualmente noleggiati) devono essere conformi alle specifiche tecniche previste nei Criteri Ambientali Minimi per le forniture di prodotti tessili ed in possesso dei relativi mezzi di prova richiesti, mentre i materassi (eventualmente noleggiati) devono essere caratterizzate da:

  • imbottiture in poliuretano certificate CertiPUR;
  • fodere e cerniere dotate della certificazione STANDARD 100 by OEKO TEX®.

detergenti e altri prodotti specifici come gli ammorbidenti, smacchiatori e agenti di risciacquo devono essere in possesso del marchio Ecolabel UE (o marchio equivalente) oppure conformi ai criteri del punto D del Decreto 9 dicembre 2020 attraverso un rapporto di prova rilasciato da un laboratorio accreditato UNI EN ISO/IEC 17025.

Per l’efficienza idrica del servizio, inoltre, è previsto che i siti in cui viene realizzato il lavaggio dei prodotti tessili siano dotati di idonei sistemi di filtraggio e di riutilizzo dell’acqua.

Clausole contrattuali (obbligatorie ai sensi dell’art. 34 del Codice)

L’aggiudicatario del servizio deve sviluppare:

  • un sistema di gestione ambientale conforme alla norma UNI EN ISO 14001 oppure alla registrazione EMAS.
  • un sistema di analisi dei rischi e di controllo della biocontaminazione (RABC)conforme alla norma tecnica UNI EN 14065

Criteri Premianti (da prendere in considerazione ai sensi dell’art. 34 del Codice)

Tra i criteri premianti, vengono richiamate le seguenti certificazioni ambientali:

  • certificazione di impronta climatica di prodotto conforme alla UNI EN ISO/TS 14067o equivalenti;
  • certificazione dell’impronta idrica di prodotto conforme alla UNI EN ISO 14046o equivalenti;
  • possesso del marchio nazionale volontario per la valutazione e la comunicazione dell’impronta ambientale dei prodotti “Made Green in Italy”;
  • certificazione di un sistema di gestione dell’energia conforme alla UNI CEI EN ISO 50001 o equivalenti;
  • certificazione dell’impronta di carbonio di organizzazione conforme alla UNI EN ISO 14064-1

Fonte: https://punto3.it

Assosistema Confindustria chiede priorità al vaccino per i lavoratori in appalto in sanità

Assosistema Confindustria chiede priorità al vaccino per i lavoratori in appalto in sanità

15 Gennaio 2021 - sanità

La richiesta di equiparare i lavoratori in appalto nelle strutture sanitarie pubbliche al personale sanitario nella somministrazione del vaccino contro il Covid-19 arriva congiuntamente da Assosistema e dai sindacati Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil  che scrivono ai Ministri Speranza e Boccia e al Presidente della Conferenza regioni Bonaccini. L’obiettivo è quello di considerare, nella priorità della campagna vaccinale,…
L’Operosa con TWT Solar System migliora l’igiene e l’ambiente

L’Operosa con TWT Solar System migliora l’igiene e l’ambiente

13 Gennaio 2021 - sanità

La TWT stringe un’importante collaborazione con L’Operosa, per la fornitura di attrezzature e carrelli Solar System presso alcuni degli innumerevoli cantieri, che l’impresa di Facility Management gestisce su tutto il territorio nazionale. L’Operosa, certificata ECOLABEL che vanta una consolidata esperienza nel settore delle pulizie e di igiene sui posti di lavoro, particolarmente specializzata nelle procedure di sanificazione e prevenzione delle…
Dagli ospedali alle aziende: lampade a tecnologia UV-C germicida

Dagli ospedali alle aziende: lampade a tecnologia UV-C germicida

13 Gennaio 2021 - sanità

di Andrea Foppoli Nel 1942, a Philadelphia, uno scienziato di nome William F. Wells fece installare delle lampade UV-C nelle classi della Germantown Friends School per combattere un’epidemia di morbillo tra i bambini. In questo modo si poteva sanificare l’aria mentre gli alunni seguivano le lezioni con il risultato che nelle classi senza lampade ultraviolette il tasso di infezione superò…
Testate