COVID-19: avviso comune sulla ripartenza delle imprese di pulizia

03 Luglio 2020 - imprese & dealers

COVID-19: avviso comune sulla ripartenza delle imprese di pulizia

Il contesto inedito e imprevedibile dell’epidemia COVID-19 sottopone il settore delle Pulizie/Multiservizi ad una dura prova di resistenza ed al contempo prefigura chiaramente la necessità che diventi di interesse strategico per il nostro Paese. Ecco alcune richieste delle parti datoriali e del sindacato.

ANIP CONFINDUSTRIA, LEGACOOP PRODUZIONE E SERVIZI, CONFCOOPERATIVE LAVORO E SERVIZI, AGCI SERVIZI, UNIONSERVIZI CONFAPI e FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL, UILTRASPORTI chiedono:

  • Di dare attuazione a quanto stabilito nella Dichiarazione Congiunta di recente condivisa dalle Associazioni Datoriali e Sindacali Europee in ambito comunitario, attraverso il riconoscimento delle attività di cleaning, igienizzazione e sanificazione come attività strategiche e cruciali e, come tali, meritevoli di speciale considerazione da parte dei Governi di tutti gli Stati membri.
  • Sostegno a processi di innovazione e ricerca delle imprese e cooperative, percorsi di formazione specifica rispetto ai comparti di intervento del personale impegnato nelle sanificazioni e pulizie.
  • Per le gare di affidamento delle attività di sanificazione, è necessaria una selezione delle imprese e delle cooperative, sia nel pubblico che nel privato, attraverso criteri che privilegino gli elementi di competenza e affidabilità aziendale e di qualità nell’erogazione del servizio, perché le attività di sanificazioni sono ad alto contenuto professionale ed in virtù dell’importanza strategica è necessario contrastare l’ingresso sul mercato di aziende che, approfittando dell’emergenza, promuovono servizi non all’altezza della situazione.
  • Nella corretta applicazione del CCNL di settore sottoscritto dalle Associazioni Datoriali e Sindacali comparativamente rappresentative sul piano nazionale, delle norme del diritto del lavoro e della tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro per le lavoratrici e lavoratori, assicurando i prescritti livelli di sicurezza e salubrità degli ambienti per gli utenti, agevolare investimenti in coerenza con il principio di sussidiarietà orizzontale ed in coerenza con le migliori pratiche di partenariato tra pubblico e privato, nell’affermazione di un sistema di Public Procurement coerente con una visione di sviluppo del Paese moderna ed inclusiva .
  • La realizzazione conseguente di un sistema di affidamenti capace di giungere alla massimizzazione delle risorse economiche a disposizione, in termini di creazione di lavoro e servizi erogati.
  • Di contrastare ogni fenomeno di dumping e dare attuazione nell’ambito degli affidamenti di cui sopra – da effettuarsi esclusivamente con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa – alle pertinenti previsioni contenute nel contratto collettivo di settore “CCNL per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati/multiservizi”, quale contrattazione di primo livello di esclusivo riferimento, anche per la gestione dei rapporti con i lavoratori interessati e al rispetto delle tabelle di costo orario emanate dal Ministero del Lavoro.
  • Superamento del metodo (della pratica) dei tagli indiscriminati della spesa pubblica destinata ai servizi di pulizia e sanificazione e quindi delle gare affidate nei fatti al massimo ribasso che, alla luce del contesto attuale, diventa un metodo di selezione delle offerte sbagliato e anche pericoloso per la salute e sicurezza della popolazione, in favore di procedure di aggiudicazione che restituiscano centralità alle componenti di valutazione qualitativa dell’offerta, in coerenza con i principi europei di c.d. “procurement strategico”, così come risultanti dalla comunicazione della Commissione del 2011, come ripresi dall’art. 30 del Codice degli Appalti Pubblici D.Lgs. 50/2016.

Le parti si stanno impegnando di comune accordo, ad utilizzare gli enti bilaterali del settore, ASIM e ONBSI, attivando tutti gli strumenti possibili per sostenere il settore attraverso le risorse disponibili, con l’ampliamento dei piani sanitari, con l’individuazione di strumenti di sostegno e con un’ampia campagna di comunicazione per valorizzare e sostenere il settore.

Per leggere l’avviso comune completo: https://www.onbsi.it/avviso-comune/

Buone vacanze!

Buone vacanze!

06 Agosto 2020 - igiene urbana

La redazione di gsanews augura ai propri lettori Buone vacanze!  Grazie dell’attenzione con cui avete seguito numerosissimi i nostri aggiornamenti quotidiani, ci ritroveremo alla fine di agosto……
Covid-19: rapporto Iss-Inail sull’uso dell’ozono per la sanificazione

Covid-19: rapporto Iss-Inail sull’uso dell’ozono per la sanificazione

05 Agosto 2020 - sanità

Lo studio, elaborato da ricercatori di entrambi gli Enti e ora online sul portale dell’Istituto, fornisce le evidenze tecnico – scientifiche disponibili sull’utilizzo del gas ossidante nell’attuale contesto epidemico.  Un gruppo di lavoro composto da ricercatori Iss-Inail ha elaborato il documento “Focus on: utilizzo professionale dell’ozono anche in riferimento al COVID-19. Versione del 23 luglio 2020”, con l’obiettivo di fornire…
EPM lancia Scuole Virusfree,  per le sanificazioni  a supporto delle scuole

EPM lancia Scuole Virusfree,  per le sanificazioni  a supporto delle scuole

04 Agosto 2020 - sanità

Affiancare le scuole nella gestione dei rischi legati al Covid-19 sia con soluzioni legate alla sanificazione degli ambienti, sia con l’introduzione di procedure create su misura per le strutture educative. Nasce con questo approccio Scuole Virusfree il programma di EPM (http://www.epmservizi.com) a supporto della riapertura delle scuole in linea con i protocolli sanitari. EPM fa parte del gruppo imprenditoriale fondato…
Testate