Proroga stato di emergenza: dichiarazioni di Assosistema Confindustria

02 Ottobre 2020 - sanità

Proroga stato di emergenza: dichiarazioni di Assosistema Confindustria

“Il governo sta lavorando sulla proroga dello stato di emergenza fino al 31 gennaio 2021. Occorrerà, però, tenere alta l’attenzione anche su ciò che consegue a questa decisione – dichiara il Presidente della sezione Safety di Assosistema Confindustria*, Claudio Galbiati – come il prorogarsi della possibilità dell’immissione nel mercato italiano di materiale e dispositivi di protezione individuale privi della marcatura CE. Questi prodotti, se non specificatamente approvati, rischiano di non fornire la protezione e funzionalità di un prodotto regolarmente certificato, inoltre si danneggiano i produttori italiani ed europei che attualmente, avendo aumentato fino anche di tre volte la propria produzione, si trovano a concorrere con materiale extra europeo presentato con prezzi improponibili per un prodotto con marcatura CE”.

“Ricordiamo che, come rilevato dal centro studi di Assosistema Confindustria, nel periodo febbraio-maggio 2020 sono stati importati DPI per le vie respiratorie (comprese le mascherine chirurgiche) per un importo pari a euro 1.100.000.000, di cui il 90% di provenienza cinese – continua Galbiati – Nel solo mese di aprile l’incremento percentuale sullo stesso periodo del 2019 è stato del + 3129% (a maggio l’incremento è stato del +2.540%). Se questa misura emergenziale poteva aver un senso nei primi mesi dell’anno, nel pieno della pandemia, alcuni interrogativi scaturiscono invece ora, in assenza di una programmazione o di un semplice piano di approvvigionamento strutturato in materia di Dpi, tale da poter corrispondere ai fabbisogni nazionali per i prossimi mesi, vista la necessità assoluta di dispositivi di protezione”.

“Confidiamo, quindi, che il Governo accolga le diverse interrogazioni parlamentari – conclude Galbiati – che, in questi mesi, hanno richiesto a livello nazionale ed europeo il fermo di tutto il materiale non marcato CE, che non garantisce i margini di sicurezza necessari per la protezione e la sicurezza di chi indossa i DPI. Anche considerando che altri paesi Europei si sono già mossi, in tal senso, prima di noi”.

 

Covid 19: l’importanza della corretta ventilazione

Covid 19: l’importanza della corretta ventilazione

28 Ottobre 2020 - sanità

L’importanza della ventilazione in Germania Il governo tedesco ha deciso di investire 500 milioni di euro per migliorare i sistemi di ventilazione negli edifici pubblici  per aiutare a ridurre la diffusione del virus. L’obiettivo è soprattutto migliorare i sistemi di ventilazione esistenti piuttosto che installarne di nuovi, che sono più costosi. Anche le scuole, prive di sistemi di condizionamento d’aria,…
PCHS®: risparmi fino a 457 milioni per la sanità

PCHS®: risparmi fino a 457 milioni per la sanità

26 Ottobre 2020 - sanità

Anche e soprattutto in tempi di COVID-19 la resistenza antimicrobica continua a essere motivo di grave preoccupazione per tutte le organizzazioni sanitarie. Il Centro Ricerche CERGAS dell’Università Bocconi di Milano assieme al Centro Ricerche CIAS dell’Università di Ferrara e il Dipartimento di Medicina dell’Università di Udine, hanno sviluppato un modello econometrico per valutare i cambiamenti attesi nella spesa degli ospedali…
Walter Ricciardi a Forum Pulire 2020 ribadisce l’importanza della pulizia nella lotta alle malattie

Walter Ricciardi a Forum Pulire 2020 ribadisce l’importanza della pulizia nella lotta alle malattie

23 Ottobre 2020 - sanità

«La pulizia, insieme ai vaccini, è ciò che più in assoluto ha contribuito a ridurre le malattie». Questo il punto di vista del professore di Igiene e Medicina preventiva dell’Università Cattolica e membro dell’Executive Board dell’OMS: «Ci aspettano momenti drammatici, dobbiamo capire che igienizzare equivale a salvare delle vite». Nel corso dell’ultima giornata, dedicata al tema Progettare per il pulito,…
Testate