Importante chiarimento del Ministero del lavoro: il ritardo nella decisione su un ricorso contro l’Inps non blocca il rilascio del Durc.

18 agosto 2010 - news

Importante chiarimento del Ministero del lavoro: il ritardo nella decisione su un ricorso contro l’Inps non blocca il rilascio del Durc.

Il Durc (Documento unico di regolarità contributiva) deve essere rilasciato anche in caso di decisione non tempestiva riguardo a un ricorso avverso le pretese contributive dell’Inps. Lo rende esplicito la nota del 18/6/2010 del ministero del Lavoro, che è intervenuto sull’interpretazione della risposta a interpello 64/2009. L’articolo 6 del Dpr 1199/1971, in cui si prevede che il silenzio formatosi alla scadenza del termine per decidere il ricorso amministrativo abbia implicita valenza di rigetto, era stato in quella sede interpretato come vincolo limitativo al rilascio del Durc, vista l’impossibilità di certificare la regolarità contributiva dell’impresa ricorrente. Un’interpretazione capovolta dal recente chiarimento ministeriale, che solleva diverse imprese dalla difficile situazione di dover scontare il ritardo delle decisioni sul ricorso con il diniego al rilascio del Durc.

Tags:
Consip pubblica un Quaderno per le PMI

Consip pubblica un Quaderno per le PMI

27 maggio 2015 - imprese & dealers

Il 18 maggio Consip ha pubblicato il n. I/2015 dei Quaderni Consip, dal tiolo “Piccole e medie imprese tra opportunità e sfide: Consip e altri aggregatori, nuovi canali di accesso alla domanda pubblica”. Il Quaderno, a cura di Domenico Casalino, è scaricabile dal sito www.consip.it e illustra il ruolo che il soggetto aggregatore può svolgere, e le opportunità che può…
Pulire 2015, la crisi sembra essere passata

Pulire 2015, la crisi sembra essere passata

26 maggio 2015 - imprese & dealers

Prima impressione a caldo da Verona in attesa dei dati ufficiali da parte di Afidamp Servizi : per tre giorni la parola crisi non si è quasi mai sentita e, quando questo è avvenuto, la maggior parte delle volte era declinata al passato. Insomma, si è respirata aria di ripresa e questa è la notizia più bella: dopo diversi anni…
I nuovi eco-reati sono legge: ecco cosa cambia

I nuovi eco-reati sono legge: ecco cosa cambia

25 maggio 2015 - igiene urbana

Il Senato ha approvato definitivamente il 19 maggio scorso il disegno di legge sugli ecoreati, che è ora legge. Come spiega nel dettaglio il dossier del Servizio studi del Senato, la legge sugli ecoreati introduce le seguenti nuove fattispecie delittuose: 1) il delitto di inquinamento ambientale (articolo 452-bis), che punisce con la reclusione da 2 a 6 anni e la…
Testate