facility management

Torino Smart City: un progetto europeo per finanziare lo sviluppo sostenibile

Torino Smart City: un progetto europeo per finanziare lo sviluppo sostenibile

27 gennaio 2011

Dopo la presentazione a Bruxelles, nello scorso dicembre, del Piano d’Azione per l’energia sostenibile (Tape – Torino action plan for energy), che impegna la città a ridurre considerevolmente le proprie emissioni di CO2 entro il 2020, Torino affronta una nuova sfida europea. Proprio il Piano, con le sue 51 azioni già concretamente avviate, sarà il perno attorno al quale si svilupperà la candidatura di Torino a diventare una Smart City. Con i bandi Smart Cities, la Commissione Europea intende infatti avviare, nel contesto degli investimenti per lo sviluppo delle tecnologie a bassa emissione di anidride carbonica, una iniziativa che rappresenti una grande opportunità per l’industria europea di diventare leader nelle tecnologie pulite ed efficienti.
Nel terreno di gara si sono già lanciate o stanno per lanciarsi altre città italiane, con grandi progetti volti a catturare l’attenzione della Direzione generale Ambiente. Torino presenta un Piano già in corso di attuazione, con una maggiore attenzione su due filoni di intervento: la riqualificazione energetica degli edifici esistenti e la mobilità sostenibile. Su questi due ambiti saranno sviluppati ulteriori impegni sui quali far convergere gli eventuali investimenti (che si preannunciano cospicui) della Commissione europea: Torino ha dimostrato di saper produrre alta tecnologia e di saper applicare i suoi benefici nella riduzione dei consumi energetici, migliorando la qualità della vita in città.
In ambito locale, si avvierà in tempi stretti una “Cabina di Regia” per definire i contenuti del progetto “Torino Smart City”, a cui saranno invitate istituzioni, il mondo dell’industria torinese, imprese e altre organizzazioni pubbliche o private, associazioni di categoria, il sistema bancario, centri di ricerca, università. In ambito europeo, la Città dovrà trovare partnership con altre città per rafforzare la propria partecipazione. Certa la collaborazione con Lione, a cui potrebbe aggiungersi presto Monaco di Baviera.

Sul progetto Torino Smart City la Città ha già raccolto l’interesse di numerosi stakeholder locali (imprese, enti, associazioni), e può già contare sull’apporto indispensabile del Politecnico, attivamente impegnato nella fase di predisposizione del Piano d’Azione, e degli enti territoriali.

La presentazione ufficiale di Torino Smart City si terrà al Mao – Museo d’Arte Orientale, il 25 febbraio alle ore 10,30.

Tags: , , , , , , , , , , ,


Servizi di pulizie: la regione Sicilia avvia un tavolo di confronto

Un tavolo istituzionale che metta a confronto governo, associazioni di categoria e sindacati sul tema degli appalti pubblici di facility. E’questo uno degli impegni presi il 19 settembre a Palermo, in occasione dell’Assemblea di ANIP/Confindustria – l’Associazione nazionale imprese di…

facility management >>
Dal 22 al 24 ottobre torna a Bologna Smart City Exhibition

Dal 22 al 24 ottobre torna a Bologna Smart City Exhibition

L’attenzione principale della terza edizione della manifestazione è rivolta alla governance e alle politiche della Smart City. Dopo due edizioni dedicate a tracciare il quadro logico della smart city e delinearne gli aspetti, i tempi sono maturi per trasformare le…

facility management >>
AVCP: come programmare, progettare ed eseguire i contratti di servizi

AVCP: come programmare, progettare ed eseguire i contratti di servizi

(Tratto da FMI 23,2014)
Il processo di acquisizione di servizi da parte delle PA, così come normato e orientato dal Codice dei Contratti Pubblici e dal relativo Regolamento di Attuazione, non sembra fornire risposte esaurienti e adeguate rispetto alle complesse…

facility management >>

GSANEWS è un periodico registrato al Tribunale di Milano in data 15-04-2011 al numero 204 di proprietà di Edicom S.r.l, P.IVA 11879330154, info@gsanews.it

- Condividi