Torino Smart City: un progetto europeo per finanziare lo sviluppo sostenibile

27 gennaio 2011 - facility management

Torino Smart City: un progetto europeo per finanziare lo sviluppo sostenibile

Dopo la presentazione a Bruxelles, nello scorso dicembre, del Piano d’Azione per l’energia sostenibile (Tape – Torino action plan for energy), che impegna la città a ridurre considerevolmente le proprie emissioni di CO2 entro il 2020, Torino affronta una nuova sfida europea. Proprio il Piano, con le sue 51 azioni già concretamente avviate, sarà il perno attorno al quale si svilupperà la candidatura di Torino a diventare una Smart City. Con i bandi Smart Cities, la Commissione Europea intende infatti avviare, nel contesto degli investimenti per lo sviluppo delle tecnologie a bassa emissione di anidride carbonica, una iniziativa che rappresenti una grande opportunità per l’industria europea di diventare leader nelle tecnologie pulite ed efficienti.
Nel terreno di gara si sono già lanciate o stanno per lanciarsi altre città italiane, con grandi progetti volti a catturare l’attenzione della Direzione generale Ambiente. Torino presenta un Piano già in corso di attuazione, con una maggiore attenzione su due filoni di intervento: la riqualificazione energetica degli edifici esistenti e la mobilità sostenibile. Su questi due ambiti saranno sviluppati ulteriori impegni sui quali far convergere gli eventuali investimenti (che si preannunciano cospicui) della Commissione europea: Torino ha dimostrato di saper produrre alta tecnologia e di saper applicare i suoi benefici nella riduzione dei consumi energetici, migliorando la qualità della vita in città.
In ambito locale, si avvierà in tempi stretti una “Cabina di Regia” per definire i contenuti del progetto “Torino Smart City”, a cui saranno invitate istituzioni, il mondo dell’industria torinese, imprese e altre organizzazioni pubbliche o private, associazioni di categoria, il sistema bancario, centri di ricerca, università. In ambito europeo, la Città dovrà trovare partnership con altre città per rafforzare la propria partecipazione. Certa la collaborazione con Lione, a cui potrebbe aggiungersi presto Monaco di Baviera.

Sul progetto Torino Smart City la Città ha già raccolto l’interesse di numerosi stakeholder locali (imprese, enti, associazioni), e può già contare sull’apporto indispensabile del Politecnico, attivamente impegnato nella fase di predisposizione del Piano d’Azione, e degli enti territoriali.

La presentazione ufficiale di Torino Smart City si terrà al Mao – Museo d’Arte Orientale, il 25 febbraio alle ore 10,30.

Premio Best Practice Patrimoni Pubblici

Premio Best Practice Patrimoni Pubblici

28 aprile 2015 - facility management

PATRIMONI PA net – il laboratorio TEROTEC & FORUM PA – promuove e organizza la 9a edizione del “Premio Best Practice Patrimoni Pubblici”. Il Premio è collegato al “9° Forum Nazionale sui Patrimoni Immobiliari Urbani Territoriali Pubblici” che si terrà nell’ambito di FORUM PA 2015 “Mostra-Convegno dell’Innovazione nella PA e nei Sistemi Territoriali” giunta alla sua XXVI edizione (Roma, Palazzo…
Conferenza “#ibuoni appalti” Servizi per i patrimoni pubblici e nuovo Codice degli appalti

Conferenza “#ibuoni appalti” Servizi per i patrimoni pubblici e nuovo Codice degli appalti

23 aprile 2015 - facility management

Si terrà il prossimo 29 aprile a Roma, presso il Senato (Palazzo Giustiniani, ore 9.30-13), la Conferenza “#ibuoni appalti – Servizi per i patrimoni pubblici e nuovo Codice degli appalti”, promossa dalle Associazioni imprenditoriali Afidamp, Assistal, Confcooperative – Federlavoro e Servizi, Fnip, Fise Anip, Legacoop Servizi, con il supporto tecnico e scientifico di Patrimoni PA net, il laboratorio Terotec &…
Facility Management: il Manifesto delle imprese del settore

Facility Management: il Manifesto delle imprese del settore

09 febbraio 2015 - facility management

Le principali Associazioni del settore dei servizi di Facility Management – Afidamp, Assistal, Confcooperative, Fise Anip, Fnip, Legacoop Servizi – con il supporto scientifico di PATRIMONI PA net, hanno lanciato il “Manifesto del mercato dei servizi per i patrimoni immobiliari e urbani pubblici”, con cui chiedono al Governo ed al Parlamento che il nuovo Codice degli Appalti, che scaturirà dal…
Testate