Speculazioni su gel e mascherine, gli impegni di Amazon e eBay

05 Gennaio 2021 - sanità

Speculazioni su gel e mascherine, gli impegni di Amazon e eBay

Claim ingannevoli e prezzi speculativi su mascherine e gel igienizzanti venduti online per l’emergenza Covid. In questo si sono imbattuti i consumatori soprattutto all’inizio della pandemia, quando questi prodotti sono comparsi su Amazon e eBay a prezzi esorbitanti e vantando capacità di prevenzione dal contagio.

Le due piattaforme hanno presentato il 14 dicembre scorso, una serie di impegni all’Antitrust, che li ha accettati e resi obbligatori. Riguardano la vendita online di prodotti per l’emergenza sanitaria Covid, soprattutto mascherine e gel igienizzanti, il monitoraggio delle offerte, la rimozione di quelle che presentano claim ingannevoli e prezzi speculativi ed esorbitanti.

 Amazon e la vendita online di gel igienizzanti e mascherine

Gli impegni «si sostanziano nel monitorare proattivamente la piattaforma, con strumenti automatizzati e manuali, al fine di identificare e rimuovere eventuali offerte potenzialmente scorrette diffuse durante l’emergenza sanitaria da Covid-19, nel comunicare mensilmente all’Autorità i risultati ottenuti attraverso l’attuazione delle precedenti misure di monitoraggio e rimozione, nel creare un indirizzo dedicato a disposizione delle Autorità per segnalare violazioni e, infine, nel segnalare l’identità dei 20 principali trasgressori recidivi».

Il monitoraggio della piattaforma e l’email sono già in vigore mentre la relazione mensile e la segnalazione dei principali trasgressori diventeranno efficaci al momento dell’accettazione degli impegni, che rimarranno in vigore finché durerà l’emergenza sanitaria.

L’Antitrust valuta positivamente impegni e azioni di Amazon.

 Gli impegni di eBay

Il primo impegno generale, spiega l’Antitrust, «consiste nel mantenere attivo per tutti i prodotti potenzialmente connessi all’emergenza da Covid-19 il c.d. “Sistema di Filtraggio” già in essere sulla piattaforma eBay.it, un meccanismo adottato dall’inizio di marzo 2020 che consente di individuare e bloccare (sia automaticamente che attraverso rimozioni manuali) le inserzioni contenenti l’uso improprio di keyword legate al Covid-19».

Un secondo impegno prevede il monitoraggio volto alla rimozione di inserzioni di prodotti legati al coronavirus che abbiano registrato un aumento anomalo della domanda e delle transazioni su eBay e un aumento anomalo del prezzo medio.

Se l’utente cerca su eBay una mascherina o un gel igienizzanti e usa una parola chiave legata all’emergenza Covid, sulla pagina web dei risultati verrà introdotto «un banner volto a mettere in guardia gli utenti del fatto che, malgrado il Sistema di Filtraggio ed il meccanismo della White List, le inserzioni relative a tali prodotti potrebbero comunque includere claim ingannevoli legati al Covid-19 o presentare prezzi esosi». Ci sarà insomma un alert per i consumatori.

Fonte: helpconsumatori

Assosistema Confindustria chiede priorità al vaccino per i lavoratori in appalto in sanità

Assosistema Confindustria chiede priorità al vaccino per i lavoratori in appalto in sanità

15 Gennaio 2021 - sanità

La richiesta di equiparare i lavoratori in appalto nelle strutture sanitarie pubbliche al personale sanitario nella somministrazione del vaccino contro il Covid-19 arriva congiuntamente da Assosistema e dai sindacati Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil  che scrivono ai Ministri Speranza e Boccia e al Presidente della Conferenza regioni Bonaccini. L’obiettivo è quello di considerare, nella priorità della campagna vaccinale,…
L’Operosa con TWT Solar System migliora l’igiene e l’ambiente

L’Operosa con TWT Solar System migliora l’igiene e l’ambiente

13 Gennaio 2021 - sanità

La TWT stringe un’importante collaborazione con L’Operosa, per la fornitura di attrezzature e carrelli Solar System presso alcuni degli innumerevoli cantieri, che l’impresa di Facility Management gestisce su tutto il territorio nazionale. L’Operosa, certificata ECOLABEL che vanta una consolidata esperienza nel settore delle pulizie e di igiene sui posti di lavoro, particolarmente specializzata nelle procedure di sanificazione e prevenzione delle…
Dagli ospedali alle aziende: lampade a tecnologia UV-C germicida

Dagli ospedali alle aziende: lampade a tecnologia UV-C germicida

13 Gennaio 2021 - sanità

di Andrea Foppoli Nel 1942, a Philadelphia, uno scienziato di nome William F. Wells fece installare delle lampade UV-C nelle classi della Germantown Friends School per combattere un’epidemia di morbillo tra i bambini. In questo modo si poteva sanificare l’aria mentre gli alunni seguivano le lezioni con il risultato che nelle classi senza lampade ultraviolette il tasso di infezione superò…
Testate