Copma sull’Audit della Corte dei Conti Europea sulle azioni dell’UE contro i Superbatteri

06 Marzo 2019 - sanità

Copma sull’Audit della Corte dei Conti Europea sulle azioni dell’UE contro i Superbatteri

COPMA accoglie con favore la decisione della Corte dei conti europea di condurre un audit sull’azione dell’UE contro i superbatteri” ha dichiarato Mario Pinca, Amministratore Delegato di COPMA,  azienda italiana nel settore dei servizi igienico-sanitari ospedalieri e proprietaria dell’innovativo sistema di sanificazione e igiene PCHS.

I revisori esamineranno in che modo la Commissione europea e le agenzie competenti gestiscono le attività e le risorse chiave in questo settore. Valuteranno inoltre la pertinenza e l’efficacia dei contributi e del sostegno dell’UE.

Ogni anno nell’UE, le infezioni causate da batteri resistenti ai farmaci portano alla morte di circa 33.000 persone e provocano perdite economiche di circa 1,5 miliardi di euro. La Banca Mondiale ha avvertito che entro il 2050 tali infezioni potrebbero causare un danno economico globale paragonabile a quello della crisi finanziaria del 2008.

Questa settimana, i revisori hanno pubblicato una “Anteprima di Audit sull’azione dell’UE per combattere le AMR”. Le anteprime di audit vengono utilizzate per fornire informazioni su un’attività di controllo in corso. Sono progettate come fonte di informazioni per coloro che sono interessati alla politica o ai programmi sottoposti a revisione.

Mario Pinca  si è detto d’accordo con Janusz Wojciechowski, membro della Corte dei Conti Europea responsabile dell’audit, che ha affermato: “L’AMR è una delle più gravi minacce per la salute che stiamo affrontando”; sottolinea inoltre l’impegno di COPMA nella ricerca e applicazione di innovativi sistemi di sanificazione e igiene per combattere l’antibiotico resistenza (AMR) e le infezioni contratte in ospedale (ICA), come il Sistema PCHS.

L’audit riguarderà azioni e programmi gestiti dalle competenti direzioni generali della Commissione e dalle agenzie dell’UE, come il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, l’Iniziativa Congiunta per i medicinali innovativi o l’Agenzia esecutiva per i Consumatori, la Salute, l’Agricoltura e l’Alimentazione; inclusi il Piano d’azione One Health, il quadro dell’UE per il monitoraggio della resistenza antimicrobica nel settore veterinario, l’azione congiunta sulla resistenza antimicrobica e il programma per sostenere la ricerca e lo sviluppo di nuovi farmaci contro i superbatteri.

“Riteniamo che l’Europa abbia bisogno di potenziare rapidamente e in modo massivo la lotta contro i superbatteri”, continua Pinca. COPMA ricorda a questo proposito la ricerca multicentrica SAN ICA condotta sul sistema di sanificazione e igiene PCHS di cui detiene la proprietà. La ricerca ha dimostrato come l’utilizzo del sistema PCHS possa portare a una significativa diminuzione delle infezioni associate all’assistenza sanitaria, addirittura -52%. La ricerca condotta dal CIAS, università di Ferrara, riporta inoltre una riduzione del 70 – 99,9% dei principali geni di resistenza agli antibiotici e una riduzione del 76% del costo complessivo della terapia antibiotica. Risultati che non si possono più ignorare.

https://www.pchs.it

Linea guida ANMDO, dall’ esecuzione alla valutazione di processo

Linea guida ANMDO, dall’ esecuzione alla valutazione di processo

14 Maggio 2019 - sanità

(Tratto da GSA n.4, aprile 2019) Le linee guida ANMDO sulla sanificazione ospedaliera, pubblicate nella loro versione definitiva e condivise da numerose associazioni attive nel settore sanitario, “cambiano pelle”. L’obiettivo si sposta dalla fase di esecuzione: una “rivoluzione copernicana” che non tarderà a dare i suoi frutti nella lotta alle Ica, Infezioni correlate all’assistenza, che rappresentano il nemico numero uno…
Ospedali, lotta senza quartiere alle ICA

Ospedali, lotta senza quartiere alle ICA

07 Maggio 2019 - sanità

(Tratto da GSA n.4, aprile 2019) Negli ospedali igiene e sanificazione devono essere gestite con i giusti prodotti e da operatori adeguatamente formati. Solo così si potrà fare il salto di qualità nella dura battaglia contro le ICA, le Infezioni correlate all’ assistenza che, dati alla mano, coinvolgono ancora almeno 6 pazienti su 100 e non risparmiano personale e visitatori.…
5 maggio 2019 Giornata Mondiale dell’OMS per l’Igiene delle mani

5 maggio 2019 Giornata Mondiale dell’OMS per l’Igiene delle mani

03 Maggio 2019 - sanità

A causa delle infezioni correlate all’assistenza (ICA) 75.000 pazienti muoiono in un anno negli USA, 29.000 in Europa (mentre sono 26.000 i decessi per incidenti stradali). In Italia si valutano 2.600 morti direttamente imputabili a queste infezioni. Senza un’adeguata igiene delle mani, come è indicato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), durante la cura dei malati, in ambienti particolari come sono…
Testate