Pulire “scacciacrisi”

01 luglio 2009 - imprese & dealers

Pulire “scacciacrisi”

(tratto da: “GSA” n.7, Luglio 2009)


Un bilancio molto positivo della manifestazione che mette in scena la filiera del cleaning.


Pensavamo con preoccupazione che potesse essere un’edizione difficile – un po’ sottotono – e con meno visitatori, sulla falsariga delle difficoltà espresse dalle altre grandi fiere mondiali di settore. E invece ci ritrovamo, dati alla mano, con un’altra edizione estremamente positiva. Le sorprese di Pulire, davvero, non finiscono mai! Per la diciannovesima volta la mostra internazionale delle produzioni e delle tecnologie per le attività dell’igiene ambientale supera se stessa.  Alla faccia della profonda crisi del mercato e della stagnazione dei consumi, la rassegna scaligera mantiene l’ obiettivo di vertice mondiale delle manifestazioni dedicate al cleaning professionale.

Quest’anno i visitatori intervenuti corrispondono a 19.509,registrando un incremento pari al 14,9% rispetto all’edizione 2007.  Gli operatori, dunque, non tradiscono il grande appuntamento con la raffinata vetrina del made in Italy:da Verona esce, nitida, l’immagine di una rassegna viva, “specchio” fedele di un settore che, nonostante il generale rallentamento dell’economia mondiale, riesce ad affrontare meglio di altri – all’insegna della competitività, del dinamismo e dell’innovazione –  le  difficoltà del momento. Pulire ha saputo catalizzare l’attenzione degli operatori italiani e stranieri grazie anche al consistente investimento pubblicitario e di comunicazione effettuato su quotidiani,riviste di settore,media digitali e radiofonici,nel corso dell’ultimo anno.Molti espositori,da noi intervistati,si sono dichiarati entusiasti per il numero e la qualità dei contatti avuti e decisamente convinti che andranno a buon fine. Pulire, non dimentichiamolo, è un   contenitore di interazione e di scambio per quanto riguarda le  attività di relazione,di conoscenza,di esperienza e nel quale gli operatori del settore,rappresentativi della domanda e dell’offerta, condividono l’interesse comune del”fare business”.

L’obiettivo era, anche in questa edizione, quello di collocare sempre più il format Pulire in un circuito di qualità; sensibilizzare gli operatori del settore verso nuovi ed efficaci modelli di operatività e gestione dei propri sistemi di applicazione, sviluppare sinergie tra gli operatori,stimolarli a prendere parte a progetti qualificanti.
In questa edizione si è celebrata la sesta edizione del Premio Innovazione, un evento nell’evento a supporto di tutti gli operatori disposti e orientati a intraprendere o a continuare un processo di evoluzione nell’ ambito dell’ innovazione.Anche quest’anno la sua celebrazione ha visto la presenza di macchine, prodotti, attrezzature
tutti di alto livello. Il vincitore assoluto del Premio Innovazione(votato dal pubblico dei visitatori) è stata l’azienda IPC con la macchina “HighRise”. Sono inoltre stati assegnati, da parte della giuria della stampa tecnica anche i premi alle seguenti aziende:

-Arco Chimica, con il prodotto Gynius pack per la categoria prodotti chimici
-IPC e Ghibli rispettivamente con Highrise e Contaresa,relativamente alla categoria macchine.
-Piazza BVBA con Purleve per la categoria attrezzature

Definiti i temi di Forum Pulire per una due giorni ricca di dibattiti e di riflessioni

Definiti i temi di Forum Pulire per una due giorni ricca di dibattiti e di riflessioni

23 aprile 2018 - facility management

Il Comitato Scientifico, riunitosi presso la sede dell’associazione Afidamp, ha definito l’impianto tematico di Forum Pulire 2018: Pulizia come Valore Assoluto. Etica e Ambiente, Salute e Prevenzione, Bellezza, Innovazione e Tecnologia. Integrare e confrontare esperienze diverse per costruire insieme un nuovo modello di ispirazione sociale. “Abbiamo pensato a 4 temi del presente per progettare la felicità del futuro” ha dichiarato…
Copma ad Exposanità’ Bologna

Copma ad Exposanità’ Bologna

18 aprile 2018 - imprese & dealers

Ridurre le ICA negli ambienti ospedalieri si può, con l’innovativo sistema PCHS messo a punto dalla società COPMA S.C.R.L. di Ferrara. Lo ha dimostrato la ricerca multicentrica San-ICA presentata il 12 aprile scorso al Ministero della Salute che ha coinvolto le università di Ferrara, Udine, Pavia, Messina e la Bocconi di Milano e 7 ospedali Italiani (Fondazione Policlinico Universitario Agostino…
Qualità dell’aria, il ruolo del CVI in sanità

Qualità dell’aria, il ruolo del CVI in sanità

18 aprile 2018 - Articoli

(Tratto da GSA n.4, aprile 2018) La qualità dell’aria è importantissima in sanità: l’inquinamento degli ambienti confinati costituisce un fattore determinante per la salute, ed è un rischio non tenerlo presente. Ecco perché diventa strategica la figura del CVI (Certified Ventilation Inspector), promossa da Aiisa. Questo professionista ha il compito di valutare la salute igienica dei sistemi aeraulici. Si attende…
Testate