Imprese di pulizia: riformulare la parte che riguarda le imprese artigiane del settore

21 Gennaio 2016 - imprese & dealers

Imprese di pulizia: riformulare la parte che riguarda le imprese artigiane del settore

La legge delega sulla riforma del codice degli appalti, approvata in via definitiva dal Senato, agevola la partecipazione agli appalti da parte delle piccole imprese. Bisogna tuttavia sottolineare che, incomprensibilmente, contiene anche misure che rischiano di azzerare qualsiasi aspetto positivo per le imprese artigiane, ed in particolare per quelle che operano nel settore della pulizia.

“Avevamo più volte segnalato durante l’esame del provvedimento alla Camera – ha dichiarato Francesco Gennarielli a nome delle imprese associate alla CNA – la necessità di modificare, per gli appalti pubblici di servizi ad alta intensità di manodopera, la misura che prevede, per ciascun comparto merceologico o di attività, un unico contratto collettivo nazionale di lavoro, trascurando qualsiasi criterio di rappresentatività dei soggetti che sottoscrivono i CCNL”.

“Il settore delle imprese artigiane di pulizia, dopo un lungo confronto tra le parti – ha proseguito Gennarielli –  ha recentemente rinnovato il proprio contratto nazionale, introducendo importanti novità per i lavoratori del settore, quali le prestazioni erogate dagli strumenti bilaterali di sostegno al reddito e di sanità integrativa, che concorrono a costruire un qualificato ed innovativo sistema di welfare contrattuale”.

“In base alla nuova legge delega appena approvata c’è il rischio – concreto – che le imprese artigiane di pulizia, per partecipare ad un appalto pubblico di servizi, siano costrette a rinunciare al proprio contratto di categoria, che da sempre ne tutela e valorizza la specificità, e a sostituirlo con un contratto pensato per altre realtà”.

“Per tutti questi motivi e per scongiurare questa norma palesemente discriminatoria e incostituzionale – ha concluso Gennarielli – CNA Imprese di Pulizie ritiene assolutamente necessario riconoscere, nella fase di messa a punto dei decreti attuativi, la validità piena di una pluralità di CCNL nello stesso settore merceologico, purché siano stati stipulati da soggetti dotati della necessaria rappresentatività sul piano nazionale”.

www.cna.it

Accordo ANAC-MITE per il monitoraggio sull’applicazione dei CAM

Accordo ANAC-MITE per il monitoraggio sull’applicazione dei CAM

29 Novembre 2021 - imprese & dealers

E’ stato rinnovato, il 25 novembre scorso, dal ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani e dal presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione Giuseppe Busia l’accordo di collaborazione di durata triennale per confermare e rilanciare l’attività di monitoraggio sugli obblighi stabiliti dal Codice dei contratti pubblici per introdurre i Criteri Ambientali Minimi nella documentazione progettuale e di gara e così facilitare l’adempimento attribuito…
Dal 10 al 13 maggio 2022  torna Interclean con tutte le innovazioni per il cleaning professionale

Dal 10 al 13 maggio 2022 torna Interclean con tutte le innovazioni per il cleaning professionale

26 Novembre 2021 - imprese & dealers

Nel 2022 Interclean Amsterdam torna finalmente nella capitale olandese per un’altra edizione della principale fiera mondiale dedicata alla pulizia e all’igiene. Con oltre 35.000 professionisti provenienti da 143 paesi, l’evento del 2018 è stato un vero e proprio evento mondiale. L’edizione del 2022 non sarà diversa: tutto il settore si darà appuntamento per celebrare il meglio dell’innovazione nella pulizia. Dal…
Sei pronto per l’e-commerce? Misuralo con il test di Confartigianato

Sei pronto per l’e-commerce? Misuralo con il test di Confartigianato

24 Novembre 2021 - imprese & dealers

Confartigianato Imprese, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali “Marco Fanno” dell’Università di Padova, ha lanciato un questionario di Autovalutazione sull’e-commerce dedicato alle piccole imprese. Lo strumento, che richiede un tempo di compilazione non superiore ai 10-15 minuti, analizza il grado di preparazione delle imprese al commercio elettronico attraverso la considerazione di parametri tecnologici, culturali e organizzativi,…
Testate