Essity riduce le emissioni di CO2

13 Luglio 2021 - imprese & dealers

Essity riduce le emissioni di CO2

Attraverso una nuova tecnologia lo stabilimento Essity di Altopascio (Lucca) ridurrà di 3,7 kton/anno le emissioni di gas inquinanti.

Produrre carta tissue – come carta igienica, tovaglioli e fazzoletti – riducendo le emissioni di CO2 e l’impatto ambientale è davvero possibile. È la nuova sfida di Essity, azienda leader nei settori dell’igiene e della salute con i suoi brand TENA, Nuvenia, Tempo, Tork, Demak’Up, Libero, Leukoplast, Jobst e Actimove, coinvolta nella progettazione del sistema Renergy+* che, trasformando e razionalizzando l’energia, permetterà di ridurre di 3,7 kton all’anno le emissioni di CO2 dello stabilimento di Altopascio.

“Un’efficienza sostenibile oggi è ancora più possibile – dichiara Ivan Ferrini Operations and Supply Chain Director di Essity in Italia -. Questo progetto consentirà, tramite un sistema di trigenerazione dotato delle più moderne tecnologie e capace di fornire energia elettrica a tutto lo stabilimento, di convertire i fumi esausti in energia termica. Quest’ultima viene successivamente utilizzata nelle cappe, nel boiler, nelle utilities, nel chiller. Una sfida per l’intero team di Altopascio nel conseguire l’obiettivo del minor impatto possibile sull’ambiente”.

“Abbiamo accolto con enorme entusiasmo e responsabilità la richiesta di Essity di sviluppare insieme un progetto per consentire allo stabilimento di Altopascio di porsi in linea con la roadmap 2050 dettata dalla ECF (European Climate Foundation) – dichiara Andrea Poleschi, Sales Manger e Vice president di Renergy+[1] -. Questa collaborazione conferma ancora una volta la vision comune di Essity e Renergy basata su un futuro sostenibile e circolare. Immaginiamo di poter catturare ed utilizzare tutta l’energia del sole o del mare grazie al nostro sistema, capace di convertire la maggior parte delle energie inutilizzate o disperse provenienti dal processo di produzione in energia buona per lo stabilimento”.

L’impianto, progettato per l’industria cartaria del tissue, è completamente autonomo e autocontrollato: non necessita di risorse aggiuntive e garantisce risultati certificabili, sia per le aziende che per l’ambiente, ma non solo. Il sistema brucia Gas Naturale – la principale fonte energetica già utilizzata con l’attuale cogenerazione – ma con una migliore efficienza e dunque un minor consumo, e può lavorare anche con Gas Naturale Idrogenato.
Oltre alla riduzione delle tonnellate di CO2 derivanti dall’ottimizzazione delle energie di stabilimento (scopo primario del progetto) l’intero sito produttivo di Altopascio avrà un unico camino emissivo generale che emetterà sostanze inquinanti inferiori dell’80 % rispetto al benchmark dell’industria a livello mondiale. Il nuovo sistema è già costruito ed idoneo ad autoalimentarsi con mix di Idrogeno e metano.

Con 3.700 tonnellate di CO2 risparmiate Essity produrrà una carta sempre più “green” che si va ad aggiungere ai prodotti biocompostabili e biodegradabili già realizzati dall’azienda con gli scarti degli agrumi e di altri sottoprodotti delle lavorazioni industriali altrimenti sprecati. Gli scarti – residui di mais, grano o caffè – vengono lavorati meccanicamente senza solventi chimici e rivalorizzati come nuova materia prima per la produzione di carte di alta qualità, risparmiando fino al 15% di cellulosa vergine.

[1] Renergy+ è un marchio fondato da EIL Srl nel 2014 che nasce con lo scopo di applicare soluzioni innovative al servizio delle imprese e dell’ambiente. www.renergyplus.com

 

Appalti, burocrazia e corruzione: rimedi per ripartire

Appalti, burocrazia e corruzione: rimedi per ripartire

28 Settembre 2021 - imprese & dealers

“L’Italia Immobile” (sottotitolo “Appalti, Burocrazia, Corruzione.  Rimedi per ripartire”) è il volume con cui il Presidente di Sezione del Consiglio di Stato Michele Corradino, per molti anni consigliere ANAC, “squarcia” i tanti luoghi comuni che circondano gli appalti pubblici, svelando come il dibattito pubblico sugli appalti sia lontanissimo dalla realtà. Di Massimiliano Brugnoletti Il volume prende le mosse dai dati…
European Cleaning Awards, candidature entro il 15 ottobre

European Cleaning Awards, candidature entro il 15 ottobre

22 Settembre 2021 - imprese & dealers

Il “save the date” è per il giorno 28 aprile 2022 presso Le Plaza di Bruxelles. L’occasione è delle più prestigiose nel settore della pulizia professionale: in quella data, ancora lontana, si terrà infatti la cerimonia di premiazione degli European Cleaning & Hygiene Awards 2022,non avendo potuto svolgersi nel 2020 a causa della pandemia da Covid 19. GSA è media…
Nasce il TIPS, Team Interassociativo Pulizie e Servizi

Nasce il TIPS, Team Interassociativo Pulizie e Servizi

21 Settembre 2021 - imprese & dealers

Mercoledì 8 settembre a Verona, a ISSA Pulire 2021, è stato firmato il protocollo di accordo tra le associazioni aderenti al TIPS – Team Interassociativo Pulizie e Servizi – nuovo organismo nato dalla volontà delle principali associazioni di categoria del settore delle pulizie professionali, che si pone come referente unico per tutte le problematiche relative alla pulizia, disinfezione professionale e…
Testate