Cna : “Dieci proposte di semplificazione”

28 Novembre 2014 - imprese & dealers

Cna : “Dieci proposte di semplificazione”

Presentato il decalogo per modernizzare e rendere più efficiente la Pubblica amministrazione. “La semplificazione è un tema-simbolo, in cui idealmente si condensano tutte le qualità della Pubblica amministrazione che vorremmo. E, per converso, si specchiano i grandi difetti della Pubblica amministrazione che, nella realtà, abbiamo. Una realtà, ci dispiace dirlo, distante anni luce dalla vita e dalle esigenze delle imprese”. Lo ha affermato Sergio Silvestrini, segretario generale della Cna, introducendo il confronto tra il ministro della Pubblica amministrazione, Marianna Madia, e il presidente della Confederazione, Daniele Vaccarino, sulle “Dieci proposte di semplificazione” della Cna “per liberare l’Italia dal piombo che pesa sulle ali delle imprese”.

Silvestrini ha sottolineato la necessità di “una sorta di <rivoluzione copernicana> che metta al centro la micro e piccola impresa e con essa l’attuazione di un sistema di regolazione meno complesso e ripetitivo, capace di adeguare le sue richieste alle dimensioni delle imprese. Per essere veramente uguale talvolta è necessario che la legge sia diseguale. <Prima pensa al piccolo> non è un principio generale da confinare nel regno degli ideali astratti”.

Dopo aver evidenziato che “alcuni interventi messi in campo ci indicano che stiamo andando nella giusta direzione”,  Silvestrini ha presentato il “decalogo” della Cna, dieci proposte per “liberare l’Italia, un obiettivo certo molto ambizioso, ma possibile”. Un obiettivo che punta a far risparmiare ai quattro milioni e mezzo di piccole imprese italiane una parte cospicua dei cinque miliardi di costi burocratici: un euro ogni dieci minuti, sei l’euro l’ora, 48 euro ogni giorno lavorativo, 11mila euro l’anno.

Vaccarino ha sottolineato come “appare inspiegabile che a tutte le imprese, anche quelle più piccole, vengano chiesti gli stessi adempimenti di imprese con centinaia di dipendenti. Questo fa nascere e crescere la sfiducia tra gli imprenditori”. Aggravata da casi limite, come la sicurezza sul lavoro: “Esistono otto diversi enti cui spetta il controllo e che sono legittimati ognuno a chiedere qualcosa”. Serve, insomma, è la richiesta avanzata dal Presidente della Cna, “un’Agenzia dedicata che elimini le duplicazioni e coordini le ispezioni, diminuendole per le imprese a basso rischio”.

Il ministro Madia, a sua volta, ha sottolineato come la semplificazione sia uno degli obiettivi principali del Governo guidato dal premier Matteo Renzi. “Entro Natale approveremo le norme relative all’Agenda semplificazione – ha promesso – che, già entro fine novembre, andrà in conferenza unificata”. Per quanto riguarda il tasso di riformismo della politica, ha sottolineato come, a suo parere, non sia determinato dal numero ingente di leggi approvate, ma al contrario dal numero ingente di leggi eliminate: “su questo punto, però, il nostro orizzonte non può essere che il 2018, la scadenza naturale dalle legislatura”. Anche perché, ha spiegato il titolare della Pubblica amministrazione, “il nostro Governo si è preso in carico di implementare anche le leggi approvate dai Governi precedenti e non attuate”. Infine, il ministro Madia ha spiegato che tutta una serie di norme, comprese i tagli alle Camere di commercio, vanno lette in chiave di “unificazione della Pubblica amministrazione”. Lo scopo è quello “di far sentire le diverse amministrazioni parte di un tutto nell’ambito di una grande riforma della presenza pubblica sul territorio, che faciliti la vita dei cittadini e delle imprese”.

Fare clic per scaricare la presentazione delle dieci proposte

Appalti, burocrazia e corruzione: rimedi per ripartire

Appalti, burocrazia e corruzione: rimedi per ripartire

28 Settembre 2021 - imprese & dealers

“L’Italia Immobile” (sottotitolo “Appalti, Burocrazia, Corruzione.  Rimedi per ripartire”) è il volume con cui il Presidente di Sezione del Consiglio di Stato Michele Corradino, per molti anni consigliere ANAC, “squarcia” i tanti luoghi comuni che circondano gli appalti pubblici, svelando come il dibattito pubblico sugli appalti sia lontanissimo dalla realtà. Di Massimiliano Brugnoletti Il volume prende le mosse dai dati…
European Cleaning Awards, candidature entro il 15 ottobre

European Cleaning Awards, candidature entro il 15 ottobre

22 Settembre 2021 - imprese & dealers

Il “save the date” è per il giorno 28 aprile 2022 presso Le Plaza di Bruxelles. L’occasione è delle più prestigiose nel settore della pulizia professionale: in quella data, ancora lontana, si terrà infatti la cerimonia di premiazione degli European Cleaning & Hygiene Awards 2022,non avendo potuto svolgersi nel 2020 a causa della pandemia da Covid 19. GSA è media…
Nasce il TIPS, Team Interassociativo Pulizie e Servizi

Nasce il TIPS, Team Interassociativo Pulizie e Servizi

21 Settembre 2021 - imprese & dealers

Mercoledì 8 settembre a Verona, a ISSA Pulire 2021, è stato firmato il protocollo di accordo tra le associazioni aderenti al TIPS – Team Interassociativo Pulizie e Servizi – nuovo organismo nato dalla volontà delle principali associazioni di categoria del settore delle pulizie professionali, che si pone come referente unico per tutte le problematiche relative alla pulizia, disinfezione professionale e…
Testate