Spazi verdi urbani: pubblicata la prassi di riferimento UNI

02 Luglio 2014 - igiene urbana

Spazi verdi urbani: pubblicata la prassi di riferimento UNI

Fornire le linee guida per lo sviluppo sostenibile degli spazi verdi, urbani e peri-urbani, quali i parchi e giardini pubblici e privati, le alberate stradali, il verde a corredo delle infrastrutture, i parcheggi alberati, i percorsi ciclo-pedonali, parchi e percorsi fluviali in ambito urbano, parchi divertimento, verde di pertinenza delle strutture turistico/ricettive.

Questo l’obiettivo  delle Linee guida per lo sviluppo sostenibile degli spazi verdi – Pianificazione, progettazione, realizzazione e manutenzione” (UNI/PdR 8:2014) pubblicate lo scorso 20 giugno da UNI.
Il documento è frutto della collaborazione tra UNI e le Associazioni Landeres e BAI – Borghi autentici d’Italia. Con questa prassi di riferimento si fornisce agli operatori del settore – dai progettisti ai manutentori, dai responsabili della pianificazione del verde nell’ambito delle amministrazioni locali ai vivaisti, ai giardinieri – uno strumento di orientamento della pianificazione, progettazione, realizzazione, manutenzione e produzione di materiale vegetale. Il tutto in un’ottica di sostenibilità, seguendo le tre direttrici della qualità ambientale, economica e sociale in relazione alla gestione del territorio.

Il documento, inoltre, può essere utilizzato a supporto dell’applicazione della Legge “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani” (n.10 del 14 gennaio 2013, GU n.27 dell’1 febbraio 2013, in vigore dal 16 febbraio 2013), consentendo a tutti i soggetti coinvolti nella filiera della gestione del paesaggio di orientare politiche integrate di sostenibilità urbana finalizzate all’estensione e alla qualità degli spazi verdi e alla realizzazione di servizi eco-sistemici. In questo senso, il documento si basa su tre pilastri principali:
1.rafforzare la biodiversità e la resilienza per implementare la rete ecologica e sociale su scala locale;
2.adottare buone pratiche per la progettazione, il mantenimento e la gestione degli spazi verdi e per la produzione vegetale;
3.applicare un metodo di gestione a basso input energetico, fisico ed economico.

Per lo sviluppo sostenibile degli spazi verdi la prassi di riferimento individua una serie di azioni specifiche tramite le quali è possibile conseguire 15 obiettivi di qualità – qualità paesaggio, biodiversità, pianta, suolo, scarti, acqua, energia, inquinamento, nutrizione, difesa, diserbo, macchinari e attrezzi, materiali, produzione vegetale, sociale. Inoltre, sono fornite delle indicazioni in merito alle attività di formazione da promuovere presso gli amministratori, i tecnici e gli operatori del settore.

Bayer Italia supporta la onlus Plastic Free

Bayer Italia supporta la onlus Plastic Free

25 Novembre 2021 - igiene urbana

Bayer Italia continua il proprio impegno verso la sostenibilità ambientale e sociale supportando l’Associazione Plastic Free Onlus, nata nel 2019 con l’obiettivo di informare e sensibilizzare più persone possibili sul tema della protezione ambientale e dei rifiuti dispersi in natura. Tema che si lega allo scopo “Science for a Better Life” e alla visione “Health for All, Hunger for None”…
L’app Idealservice Rifiuto Zero ha ottenuto la qualifica AGID SaaS

L’app Idealservice Rifiuto Zero ha ottenuto la qualifica AGID SaaS

19 Novembre 2021 - igiene urbana

L’ app Idealservice Rifiuto Zero ha ottenuto l’importante qualificazione dall’Agenzia Digitale Italiana “AGID”, volta a far sì che le pubbliche amministrazioni possano adottare servizi Cloud omogenei e di qualità. Le qualificazioni assicurano che i servizi Saas (Software As A Service) per il Cloud della PA siano sviluppati e forniti secondo i criteri minimi di affidabilità e sicurezza considerati necessari per…
COP 26, primo premio a Conscoop per l’efficienza energetica

COP 26, primo premio a Conscoop per l’efficienza energetica

18 Novembre 2021 - igiene urbana

Riconoscimento importantissimo per Conscoop e per le sue imprese Formula Servizi, Idrotermica Coop e Siem Impianti  che si è aggiudicato il primo premio dei Green Solutions Awards per efficienza energetica a COP 26. Su 192 progetti e 24 distretti selezionati a livello internazionale, nella prestigiosa e principale categoria legata alla tutela del pianeta e alla lotta al cambiamento climatico, ossia…
Testate