Pulire-Issa sempre più “hub” internazionale del cleaning

09 Aprile 2019 - imprese & dealers

Pulire-Issa sempre più “hub” internazionale del cleaning

Sarà un Pulire ricco di novità molto attese quello che si svolgerà dal 21 al 23 maggio prossimi a Verona. Novità (e grande curiosità) per ciò che riguarda l’organizzazione, per la prima volta in collaborazione con Issa, il che garantirà un grado di internazionalizzazione ancora più alto del consueto; novità nei prodotti presentati, con gli espositori che promettono faville (e c’è da credere che terranno fede all’impegno). Novità anche per quanto riguarda il vecchio premio Innovazione, che dopo 20 anni di “onorato servizio” cambia nome e pelle e diventa “Premio al prodotto dell’anno”.

Prima volta per “Pulire-Issa”

Ma cerchiamo di fare chiarezza. “La collaborazione con Issa è ormai cosa conclamata” esordisce Toni D’Andrea, amministratore delegato Afidamp Servizi. “La fiera si chiamerà Pulire-Issa, e da Issa verrà in fiera una nutrita delegazione di alto profilo e altamente rappresentativa, completa di tutti i vertici. Ciò sancisce in modo definitivo un accordo che renderà ancora più internazionale la fiera. Negli anni, con le nostre possibilità (e coi vincoli che ne derivavano) abbiamo cercato di trasformare la fiera in un evento internazionale, sia sul fronte dei visitatori sia degli espositori, e in buona parte ci siamo riusciti. Oggi però si fa un ulteriore salto di qualità verso un evento globale. E siamo solo al primo capitolo, anzi direi alla prefazione”.  Non resta che seguire gli sviluppi di una partnership che può fare molto bene non solo alla fiera, ma anche alla… filiera del cleaning italiano.

Il criterio? Il successo “sul campo”

A proposito di filiera produttiva: veniamo ora alla seconda grande novità, che si chiama “Premio prodotto dell’anno” e farà riferimento non solo al grado di innovatività di un prodotto o soluzione, ma anche al suo effettivo riscontro sul mercato. Come a dire: avete presente quelle canzoni che a Sanremo sono accolte in modo tiepido o magari non sono capite fino in fondo, ma che poi spopolano alla radio e vendono milioni di dischi? Ci sono passati in tanti: da Vasco Rossi –forse l’esempio più eclatante- a Zucchero, ma anche Lucio Battisti (Un’avventura fu definita “grezza e spettinata” dai Soloni della critica), Mia Martini, Lucio Dalla e tanti altri grandi della musica italiana. Che dopo, infatti, si sono ampiamente riscattati. Ecco, mutatis mutandis applicate questa logica al settore del cleaning (meno poetico, lo sappiamo, ma altrettanto soggetto alle dinamiche di mercato) e capirete il senso del nuovo riconoscimento al “Prodotto dell’anno”, che fa il suo esordio quest’anno e che si basa proprio sul riconoscimento di un prodotto, sistema e soluzione da parte del mercato, “sul campo”. In effetti mancava un premio che desse valore all’effettivo riscontro dei prodotti sul mercato, ed è naturale che ci sia grande attesa per questo debutto.  “L’obiettivo è quello di riconoscere l’attività di ricerca svolta dalle aziende della pulizia professionale e l’efficacia dei prodotti immessi sul mercato”, spiega D’Andrea.

Un nuovo “concept” per il Premio Innovazione

Che prosegue: “Siamo stati tra i primissimi, ormai 20 anni fa, a inserire nel palinsesto fieristico un premio all’innovazione, per offrire un riconoscimento a chi riuscisse a portare al mercato una ventata di novità e premiare lo sviluppo di soluzioni innovative. E’ diventato un format molto diffuso, imitato un po’ ovunque, e ne siamo felici e orgogliosi. Quest’anno, tuttavia, abbiamo pensato che dopo dieci  edizioni  era  tempo  di  cambiare  concept,  mantenendo inalterato l’obiettivo ma dando al riconoscimento una connotazione più concreta.  Quest’anno avrà voce in capitolo anche il mercato. Perché oggi il solo sguardo all’innovazione  di un prodotto è limitativo, se non visto nei risvolti dell’uso e del gradimento”.

Per chi espone a Pulire

Ed ecco qualche dettaglio tecnico: la partecipazione è riservata esclusivamente alle aziende che partecipano alla manifestazione Pulire 2019 in qualità di espositori e co-espositori (con il limite di 3 prodotti per ciascun espositore): aziende italiane ed estere  che  producono  macchine,  accessori,  dispositivi  meccanici,  elettrici  ed  elettronici,  attrezzature, prodotti chimici, carta, fibre, panni, sistemi e servizi per la pulizia professionale.  Qualità, affidabilità, eco-compatibilità, efficienza, ergonomia ed economicità che caratterizzano il prodotto  sono i valori su cui si basa la determinazione del premio.

Le date fondamentali

Per finire, qualche data da segnare in agenda: per le candidature, aperte il 4 marzo, c’è tempo fino al 15 aprile. Il 30 aprile sarà il momento della presentazione dei prodotti candidati alla giuria composta  da autorevoli  personalità,  esperti  di settore  e istituzioni  internazionali. I prodotti presentati verranno contestualmente pubblicati online. La selezione dei finalisti e la votazione finale avverranno il 15 maggio, mentre nel pomeriggio del 21 maggio, primo giorno di fiera, vi sarà l’annuncio dei finalisti e la premiazione del vincitore. Ampliato anche lo “spettro temporale”. I prodotti in gara devono essere stati introdotti sul mercato dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018.

http://www.pulire-it.com/it/

ANIP-Confindustria, tappa Road show a Udine

ANIP-Confindustria, tappa Road show a Udine

19 Aprile 2019 - imprese & dealers

Friuli regione leader nell’innovazione e nel comparto dei servizi Udine, 16 aprile 2019 – Una giornata ricca di spunti quella della settima tappa del Road show nazionale che ANIP-Confindustria, l’associazione delle imprese di pulizia e servizi integrati, ha celebrato ad Udine affrontando il tema “Innovazione e digital transformation per il settore dei servizi integrati in Italia”. Presenti le aziende friulane…
PULIRE 2019: RCM presenta le nuove BOXER e GIGA

PULIRE 2019: RCM presenta le nuove BOXER e GIGA

18 Aprile 2019 - imprese & dealers

A PULIRE nel PAD 4 – stand E4-F4, BOXER e GIGA, la spazzatrice e la lavapavimenti dalle altissime prestazioni ottimizzate e migliorate e fanno quest’anno capolino sul mercato. La nuova RCM BOXER è l’evoluzione della spazzatrice compatta, potente e robusta già da tempo protagonista nel suo segmento di mercatoche. Tre le versioni: Diesel, dual fuel (benzina e GPL) ed elettrica.…
Annullato il regolamento sull’etichettatura energetica degli aspirapolvere. E adesso?

Annullato il regolamento sull’etichettatura energetica degli aspirapolvere. E adesso?

16 Aprile 2019 - imprese & dealers

(Tratto da GSA n.3, marzo 2019) Il Tribunale UE ha annullato il regolamento 665/13 sull’ etichettatura indicante il consumo d’energia degli aspirapolvere. Le verifiche di efficienza energetica degli aspirapolvere condotte con un contenitore per la raccolta della polvere vuoto, infatti, non riflettono le condizioni più vicine possibili a quelle effettive di utilizzo. La questione, sollevata da Dyson, si è risolta…
Testate