Un’importante intesa per il rilancio dell’apprendistato

31 gennaio 2011 - pmi

Giudizio positivo di CNA sull’accordo siglato tra le parti sociali a fine ottobre per il rilancio dell’appendistato: l’accordo si inserisce nel percorso virtuoso di confronto e di collaborazione avviato con l’Intesa del 12 febbraio 2009 “Interventi a sostegno al reddito e alle competenze” e proseguito con il successivo accordo del 17 febbraio 2010, sulle “Linee guida per la formazione”.
L’Accordo in oggetto definisce una fase di transizione di 12 mesi, nella quale l’utilizzo del contratto di apprendistato sarà riconducibile all’interno di una cornice normativa condivisa dalle parti firmatarie.
In particolare, l’Intesa stabilisce:
– la funzione surrogatoria dei contratti collettivi nazionali di lavoro e degli accordi interconfederali laddove le Regioni non siano intervenute nella regolamentazione dei profili formativi dell’apprendistato professionalizzante;
– la validità, nell’ipotesi di formazione esclusivamente aziendale e per le Regioni che non hanno già provveduto a definire compiutamente la normativa, delle previsioni contenute nei contratti collettivi e negli accordi interconfederali che hanno disciplinato l’apprendistato professionalizzante;
È significativa inoltre la previsione secondo cui le imprese multi-localizzate possono attivare contratti di apprendistato applicando, su tutto il territorio nazionale, la sola regolamentazione della Regione dove l’impresa ha la propria sede legale.
In considerazione dell’importanza dell’apprendistato, che nell’artigianato rappresenta il principale canale d’ingresso dei giovani nel mercato del lavoro e di trasmissione delle competenze, assume inoltre particolare rilevanza l’impegno di avviare un tavolo tripartito per la definizione delle linee guida condivise per la riforma della tipologia contrattuale in oggetto.

BYTE I: la nuova lavapavimenti uomo a terra  “super compatta” secondo RCM

BYTE I: la nuova lavapavimenti uomo a terra “super compatta” secondo RCM

14 luglio 2016 - industria & gdo

E’ la categoria di lavapavimenti più diffusa sul mercato, usata dai professionisti del pulito come dall’utilizzatore finale, sia in piccoli ambienti che in ambienti vasti ma caratterizzati dalla presenza di molto ostacoli (scaffalature, salita a piani diversi). Per l’uso professionale deve poi anche asciugare perfettamente in modo da non dover ricorrere al “mocio”, facile da trasportare e da guidare, specialmente…
“LiFE Book 2015”, il nostro settore si racconta

“LiFE Book 2015”, il nostro settore si racconta

17 giugno 2016 - imprese & dealers

Il 15 giugno, nella splendida cornice della sala Montanelli-Lanfranchi del Circolo della Stampa di Milano, si è svolta la presentazione del volume LiFE Book 2015, nel corso di un confronto, molto partecipato, tra gli imprenditori del facility management, rappresentati dall’Associazione Anip (Associazione Nazionale Imprese di Pulizia e di Servizi Integrati) aderente a Confindustria, e Stefano Parisi, candidato sindaco al Comune…
Cassa Integrazione Guadagni in deroga per i lavoratori del settore appalti di pulizia nelle scuole

Cassa Integrazione Guadagni in deroga per i lavoratori del settore appalti di pulizia nelle scuole

17 giugno 2016 - imprese & dealers

  ​Con il Decreto n.1600053 del 3 giugno 2016 del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, redatto di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, è stato autorizzato il trattamento di CIG in deroga a favore di 6.375 lavoratori del settore Appalti di Pulizia nelle Scuole, dislocati su tutto il territorio nazionale. Si tratta di lavoratori ex LSU…
Testate