Più export per le imprese con il protocollo di intesa CNA Bus Pascal

31 gennaio 2011 - pmi

Per una migliore integrazione tra scuola e impresa
Si rafforza l’impegno di CNA Reggio Emilia per avvicinare mondo della scuola e il sistema delle Piccole e Medie Imprese. Un patto ufficiale tra CNA e Istituto Bus Pascal è stato siglato qualche settimana fa: il protocollo prevede che le due realtà s’impegnino, ognuno attraverso i propri percorsi istituzionali e di “mission”, per centrare una serie di obiettivi comuni ma soprattutto per avvicinare il mondo della scuola e quello dell’educazione alla realtà dell’impresa.
L’incontro è stato introdotto dal presidente dell’ente di formazione di CNA, Ecipar Giuliano Tamagnini, che ha sottolineato come l’accordo rappresenti il compendio di un lavoro portato avanti da tempo e contemporaneamente un punto di partenza per raggiungere risultati più importanti nel rapporto scuola – impresa. Il Dirigente Scolastico dell’istituto Bus Pascal, il professor Marco Zambelli, ha raccolto le indicazioni di Tamagnini ed ha mostrato la tipologia dei corsi della propria scuola, in particolare gli indirizzi linguistici, informatici e della grafica, sottolineando come in una provincia con forte vocazione all’export come la nostra, sia fondamentale l’integrazione tra i percorsi di studio e le reali necessità delle aziende e testimoniando la fiducia della scuola in questo accordo con CNA. Oltre ad offrire una formazione intellettuale completa e d aggiornata il Bus consente ai propri allievi, in questo modo, un più agevole sbocco professionale. La Professoressa Cinzia Pulneri, responsabile dell’orientamento scolastico e referente dell’Istituto per la CNA, ha sua volta ribadito come la scuola creda molto nel contatto diretto con le imprese e con la CNA attraverso diversi strumenti che vengono indicati nel protocollo di intesa come la intensificazione degli stage di alternanza scuola-lavoro , l’istituzione di borse di studio, la partnership con Ecipar, Ente di formazione della CNA, lo scambio di conoscenze e la promozione dio iniziative pubbliche, gli incontri con imprenditori e ogni occasione di contatto col mondo dell’impresa.
Le conclusioni a cura del Vice Presidente Vicario di CNA, Aldo Avosani, hanno sottolineato la volontà di collaborazione per un salto di qualità nel rapporto con la scuola da parte di CNA ed hanno preceduto la firma del protocollo d’intesa siglato dallo stesso Avosani e dal Dirigente Scolastico Marco Zambelli.

CNS  ha presentato il Bilancio di sostenibilità 2016: l’incontro con cooperative e stakeholder

CNS ha presentato il Bilancio di sostenibilità 2016: l’incontro con cooperative e stakeholder

12 gennaio 2017 - imprese & dealers

CNS ha chiamato a raccolta cooperative socie e stakeholder esterni, il 15 dicembre scorso, per discutere insieme del Bilancio di sostenibilità del Consorzio. L’incontro, al quale hanno preso parte Mauro Lusetti (Presidente Legacoop), Marco Frey (Fondazione Symbola e Cittadinanzattiva), Elisa Camellini (Segretaria nazionale Filcams-CGIL), Matteo Ragnacci (Coordinatore Nazionale Generazioni), fa parte di un percorso di coinvolgimento iniziato il 15 novembre…
Il lavoro dopo il jobs act

Il lavoro dopo il jobs act

11 gennaio 2017 - imprese & dealers

Il prossimo 30 gennaio 2017  Scuola Nazionale Servizi organizza una giornata di lavoro per approfondire e fare il punto su questo importante argomento sul quale si è tanto dibattuto nel corso di questi ultimi tempi:” Il lavoro dopo il jobs act. Le imprese dei servizi e le nuove regole del lavoro, problemi aperti, costo del lavoro, stagione dei rinnovi contrattuali”.…
Coopservice: nel 2017 fatturato a 456,5 milioni (+3,9%) e nuove politiche di welfare aziendale

Coopservice: nel 2017 fatturato a 456,5 milioni (+3,9%) e nuove politiche di welfare aziendale

10 gennaio 2017 - imprese & dealers

Sarà un 2017 di crescita economica e di rafforzamento delle politiche di welfare aziendale per Coopservice, uno dei principali operatori nazionali nella fornitura di servizi alle imprese e alle comunità. Coopservice prevede di chiudere il 2017 con un fatturato di 456,5 milioni, con una crescita del 3,9% rispetto ai 439 milioni di euro dell’ultimo bilancio approvato (2015). Considerando anche il…
Testate