ETS: una buona igiene delle mani è cruciale per tenere lontano l’influenza

02 Marzo 2018 - sanità

ETS: una buona igiene delle mani è cruciale per tenere lontano l’influenza

L’Europa è attualmente stretta nella morsa dell’epidemia dell’influenza. Il bollettino Flu News Europe, pubblicato congiuntamente dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie e dall’Organizzazione mondiale della sanità, riporta la diffusione dei virus A e B dell’influenza in tutto il continente, con picchi registrati in Italia, Lussemburgo e Spagna, seguite da Svezia, Svizzera, Irlanda, Galles e Kosovo.

I servizi di assistenza sanitaria si stanno impegnando molto, infatti sono in corso grandi campagne informative, come ad esempio Catch it, Bin it, Kill it’ nel Regno Unito. L’obiettivo è ridurre le infezioni di influenza e norovirus, che si stanno diffondendo sempre di più.

Entriamo in contatto con centinaia di persone ogni giorno, spostandoci con i mezzi pubblici, andando a scuola o al lavoro e frequentando caffè o cinema. Quindi ogni volta che tocchiamo una porta o un corrimano, oppure maneggiamo del denaro, ci esponiamo potenzialmente a una serie di virus. Gli esperti evidenziano che una buona cura dell’igiene per le mani è cruciale per non ammalarsi e ridurre al minimo la diffusione dell’infezione.

L’illustre virologo ed epidemiologo Marc Van Ranst, dell’Università di Lovanio e del Rega Institute for Medical Research (Belgio), ha condotto ampie ricerche sulla trasmissione del virus e dà un importante consiglio: “I virus possono sopravvivere a lungo sulle mani: quelli dell’influenza 10-15 minuti, quelli dell’herpes fino a due ore, mentre quelli del comune raffreddore e del rotavirus, che provoca infezioni gastrointestinali, anche di più. Quindi lavare e asciugare bene le mani è essenziale per evitare l’infezione.”

Nei bagni pubblici è opportuno usare asciugamani monouso dopo aver lavato le mani, per ridurre al minimo il rischio di contaminazioni, e ampie ricerche lo dimostrano. Esperti dell’Università di Westminster, dell’Università di Leeds e dei Leeds Teaching Hospitals hanno studiato diversi metodi di asciugatura delle mani e il loro potenziale di diffusione di batteri e virus. Hanno scoperto che gli asciugamani monouso diffondono la minore quantità di microbi rispetto a qualsiasi altro metodo di asciugatura, mentre gli essiccatori ad aria calda e a getto d’aria possono causare un’ampia dispersione di microorganismi, sia nell’aria sia per contaminazione incrociata.(1) (2) (3)

Un recente studio pilota condotto dal dipartimento di microbiologia del Leeds Teaching Hospitals NHS Trust e dall’Università di Leeds(4) ha inoltre rilevato che nei bagni dotati di asciugatori a getto d’aria circolano più microbi. I pavimenti e i dispositivi stessi di asciugatura sono risultati essere le aree più contaminate, con una quantità di Enterococcus faecalis raccolti dall’asciugatore a getto d’aria ventisette volte superiore rispetto ai distributori di asciugamani in carta. Gli Enterococcus faecalis causano diverse infezioni.

Van Ranst conclude: “Promuovere delle buone abitudini per l’igiene delle mani in famiglia è cruciale per la tutela della salute, soprattutto nei mesi invernali, quando influenza e raffreddori si verificano più spesso. La ricerca conferma che gli asciugamani monouso offrono una migliore asciugatura e riducono al minimo la diffusione delle infezioni dopo il lavaggio delle mani.”

Fonte: Comunicato ETS

ETS è l’associazione europea dei produttori di carta tissue. I membri di ETS rappresentano la maggioranza dei produttori di carta tissue in tutta Europa e circa il 90% della produzione totale europea di carta tissue. ETS è stata fondata nel 1971 e ha sede a Bruxelles. Per ulteriori informazioni visitare www.europeantissue.com

 

Tags:
Igiene nei bar: prontuario per le buone prassi di pulizia

Igiene nei bar: prontuario per le buone prassi di pulizia

08 Luglio 2020 - sanità

Durante questi mesi difficili che hanno duramente colpito in particolare il settore HORECA, sono state tante le iniziative messe in campo da Afidamp, Fipe e Codacons per aiutare gli operatori a garantire un ambiente sicuro sia ai propri clienti che ai propri dipendenti. Ecco perché le tre associazioni di categoria hanno realizzato insieme il prontuario per le buone prassi di…
COVID-19, le zanzare non trasmettono il virus

COVID-19, le zanzare non trasmettono il virus

08 Luglio 2020 - sanità

Uno studio sperimentale congiunto fra l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IZSVe) e l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) di Roma ha dimostrato che le zanzare non trasmettono il virus SARS-CoV-2. I team di entomologi, virologi e biologi molecolari dei due istituti hanno condiviso il protocollo della sperimentazione e hanno testato la “competenza vettoriale” cioè la capacità di trasmettere attivamente il virus…
Mascherine “generiche”: da UNI i requisiti e i metodi di prova

Mascherine “generiche”: da UNI i requisiti e i metodi di prova

06 Luglio 2020 - sanità

Sono state pubblicate il 1 luglio oggi le UNI/PdR 90:2020 frutto della collaborazione tra UNI Ente Italiano di Normazione e il Politecnico di Torino per la definizione dei requisiti prestazionali e dei metodi di prova delle mascherine generiche. Ora e molto probabilmente anche nei prossimi mesi, le mascherine di comunità continueranno a ricoprire un ruolo fondamentale nella quotidianità di tutti…
Testate