Copma ad Exposanità’ Bologna

18 Aprile 2018 - sanità

Copma ad Exposanità’ Bologna

Ridurre le ICA negli ambienti ospedalieri si può, con l’innovativo sistema PCHS messo a punto dalla società COPMA S.C.R.L. di Ferrara. Lo ha dimostrato la ricerca multicentrica San-ICA presentata il 12 aprile scorso al Ministero della Salute che ha coinvolto le università di Ferrara, Udine, Pavia, Messina e la Bocconi di Milano e 7 ospedali Italiani (Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli – Roma, Ospedale di Santa Maria del Prato-Feltre BL, Ospedale Sant’Antonio Abate -Tolmezzo UD, Istituto di Cura Città di Pavia e Istituto Clinico Beato Matteo di Vigevano PV, Azienda ospedaliera Universitaria Ospedali Riuniti-Foggia, Policlinico Universitario G. Martino-Messina).

Secondo un rapporto dell’OMS, le ICA (infezioni Correlate all’Assistenza) provocano un prolungamento della durata di degenza, disabilità a lungo termine, aumento della resistenza dei microrganismi agli antibiotici, un carico economico aggiuntivo per i sistemi sanitari e per i pazienti e le loro famiglie e una significativa mortalità in eccesso. In Europa, le ICA provocano ogni anno 16 milioni di giornate aggiuntive di degenza, 37.000 decessi attribuibili e 110.000 decessi per i quali l’infezione rappresenta una concausa. I soli costi diretti di questa vera e propria emergenza negli Ospedali ammontano a circa 7 miliardi di euro.

Lo studio San-ICA è tutto italiano e presenta risultati importantissimi: con l’utilizzo dell’innovativo sistema PCHS negli ambienti ospedalieri si ottiene la riduzione del 52% delle infezioni correlate all’assistenza (ICA), la riduzione tra il 70 e il 96%  dei patogeni rispetto ai metodi tradizionali di igienizzazione e una riduzione tra il 70 e il 99.9% dei germi di resistenza gli antibiotici. A questo si aggiunge una riduzione del 15-20% dei costi diretti di produzione rispetto ai metodi tradizionali.
Per approfondire questi temi, la dottoressa Elisabetta Caselli, ricercatrice CIAS Università di Ferrara  e il  professor Silvio Brusaferro( Igiene e Medicina Preventiva Università degli Studi di Udine)  saranno a disposizione per rispondere alle eventuali domande a margine del convegno “Rischio Infettivo correlato all’ambiente: cosa occorre conoscere per la buona pratica di igiene ambientale in ospedale” promosso dalla Società Scientifica ANIPIO.
Il Convegno prevede inoltre gli interventi  del professor Vittorio Sironi ( Centro Studi sulla Storia del Pensiero Biomedico Cespeb- Università degli Studi di Milano Bicocca), del Dott.Francesco Venneri (Clinical Risk Manager Usl Toscana Centro), del Dott.Giorgio Tulli (GRC Regione Toscana) Dott.Claudio Garbelli (Direttore Sanitario Irccs Maugeri – associato Aris) e per ANIPIO la Presidente Dott.ssa Maria Mongardi e la Segretaria del Consiglio Direttivo Dott.ssa Catia Bedosti.
Infine il dottor Mario Pinca, Amministratore delegato COPMA, sarà a disposizione per rispondere alle domande sia a margine del convegno che allo stand COPMA.
ExpoSanità Bologna Quartiere Fieristico

Pad 20-C71

 www.copma.it

www.pchs.it

Tags:
Coronavirus, Lusetti: “Servono provvedimenti urgenti per sostenere imprese e lavoratori”

Coronavirus, Lusetti: “Servono provvedimenti urgenti per sostenere imprese e lavoratori”

28 Febbraio 2020 - sanità

Prima di tutto la salute. E per tutelarla davvero serve “un riferimento certo: quello che chiediamo innanzitutto è un’unica linea di comando tra Stato e Regioni”. Lo ha detto il 25 febbraio scorso ad Agorà, su Rai3, il presidente di Legacoop Produzione & Servizi Mauro Lusetti, aprendo un intervento lungo il quale ha toccato le principali conseguenze che l’emergenza sanitaria…
Coronavirus: precisazioni di Allegrini sul Primagel Plus

Coronavirus: precisazioni di Allegrini sul Primagel Plus

27 Febbraio 2020 - sanità

Allegrini S.p.A., in qualità di produttore del  prodotto  Primagel Plus  gel  disinfettante per mani   anche a  seguito delle notizie  apparse sulla   stampa, desidera precisare quanto segue: Allegrini ha da  sempre promosso campagne di  sensibilizzazione sull’igiene delle mani correlate alla  prevenzione di infezioni virali e batteriche attraverso la partecipazione ad  iniziative sul  territorio ed  allo  sviluppo di progetti nelle scuole; Il…
Coronavirus, Assosistema: “Ecco la mascherina giusta per proteggersi”

Coronavirus, Assosistema: “Ecco la mascherina giusta per proteggersi”

14 Febbraio 2020 - sanità

Assosistema (Associazione dei produttori e distributori dei dispositivi di protezione individuali e collettivi) ha pubblicato un position paper, nel quale indica nelle semimaschere filtranti antipolvere la soluzione giusta per proteggersi dal Coronavirus. “L’emergenza del Coronavirus e la corsa alle mascherine filtranti di questi giorni ci impone di fornire, come Associazione di categoria che in Confindustria rappresenta i maggiori produttori e…
Testate