Copma ad Exposanità’ Bologna

18 Aprile 2018 - sanità

Copma ad Exposanità’ Bologna

Ridurre le ICA negli ambienti ospedalieri si può, con l’innovativo sistema PCHS messo a punto dalla società COPMA S.C.R.L. di Ferrara. Lo ha dimostrato la ricerca multicentrica San-ICA presentata il 12 aprile scorso al Ministero della Salute che ha coinvolto le università di Ferrara, Udine, Pavia, Messina e la Bocconi di Milano e 7 ospedali Italiani (Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli – Roma, Ospedale di Santa Maria del Prato-Feltre BL, Ospedale Sant’Antonio Abate -Tolmezzo UD, Istituto di Cura Città di Pavia e Istituto Clinico Beato Matteo di Vigevano PV, Azienda ospedaliera Universitaria Ospedali Riuniti-Foggia, Policlinico Universitario G. Martino-Messina).

Secondo un rapporto dell’OMS, le ICA (infezioni Correlate all’Assistenza) provocano un prolungamento della durata di degenza, disabilità a lungo termine, aumento della resistenza dei microrganismi agli antibiotici, un carico economico aggiuntivo per i sistemi sanitari e per i pazienti e le loro famiglie e una significativa mortalità in eccesso. In Europa, le ICA provocano ogni anno 16 milioni di giornate aggiuntive di degenza, 37.000 decessi attribuibili e 110.000 decessi per i quali l’infezione rappresenta una concausa. I soli costi diretti di questa vera e propria emergenza negli Ospedali ammontano a circa 7 miliardi di euro.

Lo studio San-ICA è tutto italiano e presenta risultati importantissimi: con l’utilizzo dell’innovativo sistema PCHS negli ambienti ospedalieri si ottiene la riduzione del 52% delle infezioni correlate all’assistenza (ICA), la riduzione tra il 70 e il 96%  dei patogeni rispetto ai metodi tradizionali di igienizzazione e una riduzione tra il 70 e il 99.9% dei germi di resistenza gli antibiotici. A questo si aggiunge una riduzione del 15-20% dei costi diretti di produzione rispetto ai metodi tradizionali.
Per approfondire questi temi, la dottoressa Elisabetta Caselli, ricercatrice CIAS Università di Ferrara  e il  professor Silvio Brusaferro( Igiene e Medicina Preventiva Università degli Studi di Udine)  saranno a disposizione per rispondere alle eventuali domande a margine del convegno “Rischio Infettivo correlato all’ambiente: cosa occorre conoscere per la buona pratica di igiene ambientale in ospedale” promosso dalla Società Scientifica ANIPIO.
Il Convegno prevede inoltre gli interventi  del professor Vittorio Sironi ( Centro Studi sulla Storia del Pensiero Biomedico Cespeb- Università degli Studi di Milano Bicocca), del Dott.Francesco Venneri (Clinical Risk Manager Usl Toscana Centro), del Dott.Giorgio Tulli (GRC Regione Toscana) Dott.Claudio Garbelli (Direttore Sanitario Irccs Maugeri – associato Aris) e per ANIPIO la Presidente Dott.ssa Maria Mongardi e la Segretaria del Consiglio Direttivo Dott.ssa Catia Bedosti.
Infine il dottor Mario Pinca, Amministratore delegato COPMA, sarà a disposizione per rispondere alle domande sia a margine del convegno che allo stand COPMA.
ExpoSanità Bologna Quartiere Fieristico

Pad 20-C71

 www.copma.it

www.pchs.it

Tags:
Servizi Italia conclude il rebranding aziendale

Servizi Italia conclude il rebranding aziendale

05 Dicembre 2019 - sanità

Servizi Italia, tra i  leader di mercato nei servizi integrati in ambito sanitario in Italia, Brasile, Turchia, India, Albania, Marocco e Singapore – presenta il logo rinnovato e lancia il nuovo sito, a conclusione di un importante percorso di rebranding aziendale che ha riguardato i principali elementi di comunicazione del Gruppo. Dalla sua fondazione, nel 1986, ad oggi, Servizi Italia…
Copma ottiene il marchio Ecolabel UE per la divisione COPMA ECO

Copma ottiene il marchio Ecolabel UE per la divisione COPMA ECO

03 Dicembre 2019 - sanità

La Sezione Ecolabel Italia del Comitato Ecolabel-Ecoaudit in data 14 novembre 2019 ha concesso l’uso del marchio Ecolabel UE a COPMA Scrl per la divisione COPMA ECO. COPMA è la prima azienda in Itala a ottenere il marchio Ecolabel del Servizio di pulizia e sanificazione applicato in ambito sanitario. COPMA scrl, azienda di servizi tra i leader nel campo della…
Dussmann  e Radoff per la qualità dell’aria in scuole e strutture sanitarie

Dussmann e Radoff per la qualità dell’aria in scuole e strutture sanitarie

22 Novembre 2019 - sanità

Il colosso Dussmann, multinazionale specializzata nel campo dei servizi integrati e del facility management (con 17mila dipendenti e un fatturato consolidato nel 2018 di 507 milioni di euro), sceglie una startup di Bologna per integrare i propri servizi di monitoraggio e bonifica dell’aria indoor. Sta prendendo forma proprio in questi giorni, infatti, una partnership tra Dussmann Italy e Radoff, azienda…
Testate