Sicurezza: dal 1° Luglio, sanzioni più salate

12 Luglio 2018 - imprese & dealers

Sicurezza: dal 1° Luglio, sanzioni più salate

A seguito della pubblicazione del Decreto Direttoriale n.12 del 6/6/2018, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) ha emanato il 22 giugno scorso la lettera Circolare n. 314 recante le indicazioni operative per il personale ispettivo per la rivalutazione delle sanzioni concernenti le violazioni in materia di salute e sicurezza.

L’incremento, dell’1,9% va calcolato sugli importi delle sanzioni attualmente vigenti e si applica alle ammende e alle sanzioni amministrative pecuniarie irrogate per le violazioni commesse successivamente al 1° luglio 2018. Non è previsto alcun arrotondamento, e l’incremento non si applica alle somme aggiuntive di cui all’art. 14 dell’81/08, che occorre versare ai fini della revoca del provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale.

Per effetto delle maggiorazioni previste, ad esempio, chi non nomina il Rspp o non effettua una corretta valutazione dei rischi rischia, oltre all’arresto da tre a sei mesi (che resta invariato) un’ammenda che può arrivare a oltre 7mila euro (circa750 euro rispetto a prima), e chi adotta un documento della sicurezza fuorilegge (cioè non allineato con quanto previsto dall’81/08 artt. 17, 28, 29) può arrivare a pagare quasi 4500 euro.

Occhio dunque a ogni superficialità (purtroppo ancora molto frequente nel nostro settore). Da oggi può costare ancora più cara. Al link le nuove tabelle ufficiali dell’Ispettorato del Lavoro.

Link Circolare Inl 314

Link decreto Ispettorato

Link Quadro riepilogativo nuove sanzioni dal 1° luglio

 

Quel pulito che fa epoca…

Quel pulito che fa epoca…

22 Febbraio 2019 - imprese & dealers

(Tratto da GSA n.1, gennaio 2019) Oggi la pulizie e l’igiene sono date per scontate, almeno nel mondo occidentale. Ma non è stato sempre così. Almeno secondo il giornalista e influencer americano Steve Berlin Johnson, autore di “How we got to now”. Insieme a vetro, segnatempo, freddo, registrazione dei suoni e illuminazione, l’autore annovera anche il “pulito” fra le sei…
Regolamento sull’etichettatura degli aspirapolvere

Regolamento sull’etichettatura degli aspirapolvere

22 Febbraio 2019 - imprese & dealers

Afidamp (Associazione Fabbricanti Italiani di Macchine, Attrezzature , Prodotti per la pulizia professionale) ha interpellato la Commissione Europea circa le misure da adottare da parte di fabbricanti/distributori in seguito all’annullamento del Regolamento 665/2013 sull’etichettatura degli aspirapolvere. L’8 novembre 2018 il Tribunale dell’Unione Europea ha annullato il Regolamento Delegato (UE) n. 665/2013 della Commissione nella sua interezza (causa T-544/13 RENV). L’annullamento…
Ecolabel UE, consultazione online

Ecolabel UE, consultazione online

21 Febbraio 2019 - imprese & dealers

La Commissione Europea ha aperto una consultazione online sul futuro del marchio Ecolabel UE. L’indagine, coordinata dall’Istituto di Management della Scuola Sant’Anna di Pisa, ha l’obiettivo di individuare le opportunità per aumentare la diffusione del marchio Ecolabel UE, concentrandosi sui gruppi di prodotti e di servizi che possono contribuire ulteriormente all’affermazione di questa certificazione. I consumatori, i titolari di licenze…
Testate