Ecolabel servizi pulizia: GSA invita le imprese

28 settembre 2018 - Articoli

Ecolabel servizi pulizia: GSA invita le imprese

L’appuntamento è a Milano, dalle 16.30 dell’ 11 ottobre. Il tema, caldissimo, è quello dell’Ecolabel per i servizi di pulizia: al termine dei lavori di Forum Pulire, Afidamp, la sezione Ecolabel del Comitato Ecolabel-Ecoaudit, Ispra e GSA (media partner) aspettano le imprese a un incontro di approfondimento coi protagonisti.

Il prossimo Forum Pulire finirà col botto: si avvicina un “save the date” attesissimo e davvero imperdibile per le imprese del settore, alle prese con uno scenario in continua evoluzione che riserva, a chi le sa cogliere, sempre nuove occasioni e opportunità di crescere e aumentare la propria competitività sul mercato.

Ecolabel per i servizi di pulizia, un’occasione da non perdere

Fra queste, come abbiamo più volte anticipato, ci sono quelle offerte dai nuovi criteri Ecolabel che per la prima volta si riferiscono al complesso dei servizi di pulizia di ambienti interni (Decisione Ecolabel UE 2018/680 del 2 maggio scorso), e sono stati recentemente pubblicati in Gazzetta Ufficiale. Una notizia che ha messo in subbuglio il mercato, con moltissime imprese, già in questi mesi, desiderose di saperne di più: come fare per acquisire il marchio? A chi rivolgersi? Quali saranno i costi? Quando arriva la versione italiana dello User manual?

Tante risposte, direttamente dalla “fonte”

Ebbene, tra pochissimo tutte queste domande troveranno finalmente delle risposte che più affidabili non si potrebbe: arriveranno infatti direttamente dalla “fonte”, perché a fornirle saranno proprio gli esperti che ai criteri hanno lavorato e che saranno deputati a rilasciare, per l’Italia, la nuova certificazione: GSA, in qualità di media partner, invita tutti gli interessati all’Extra Forum gratuito sul tema (previa registrazione) previsto a partire dalle 16.30 del prossimo 11 ottobre all’Unicredit Pavillion di Milano, subito in coda ai lavori di Forum Pulire.

La “rivoluzione” dei servizi verdi

L’evento, organizzato da Afidamp, dalla sezione Ecolabel del Comitato Ecolabel-Ecoaudit (Organismo competente italiano in materia di Ecolabel) e da Ispra, sarà una preziosa occasione di informazione e approfondimento in cui le imprese avranno la possibilità, più unica che rara, di interloquire direttamente con i massimi esperti in materia e con chi le seguirà in tutto l’iter di certificazione. E scusate se è poco.

Un tema a cui non si può restare indifferenti

Gli operatori del settore della pulizia professionale ormai non possono più fare finta di nulla. Si tratta di un tema da seguire con grande attenzione, perché rappresenta una vera e propria rivoluzione nell’approccio sostenibile dei servizi di pulizia: la certificazione Ecolabel, infatti, rappresenterà un requisito praticamente indispensabile per chiunque voglia restare competitivo sul mercato pubblico –nell’ottica degli acquisti verdi- e anche su quello privato: il nuovo Codice degli Appalti parla molto chiaro in proposito, e sono già parecchie anche le committenze private che richiedono la certificazione come requisito non solo premiante, ma dirimente e decisivo.

Novità assoluta: il Manuale d’uso in italiano, distribuito ai presenti

A proposito del Manuale d’uso, diciamo subito che qui sta una delle novità assolute dell’incontro: Afidamp, infatti, ne ha curato la versione italiana, che verrà distribuita proprio in occasione dell’evento. Un evento che è stato pensato in due momenti: uno a carattere più informativo, a cui seguirà un workshop con i rappresentanti di Ispra.

L’incontro informativo (e formativo)

L’incontro informativo e formativo, che vedrà l’intervento della Sezione Ecolabel del Comitato per l’Ecolabel Ecoaudit e il supporto tecnico di Ispra, con la conduzione di Paolo Fabbri di Punto 3, ha un duplice obiettivo. Da una parte quello di analizzare i contenuti dei nuovi criteri a disposizione delle imprese di pulizia che intendano richiedere la certificazione ambientale volontaria Ecolabel UE per i propri servizi, scelta che andrà a incidere anche sulle attività dei dealers e dei produttori di macchinari, attrezzature, prodotti detergenti e carta. Dall’altra vuole dare la possibilità a tutti gli attori del cleaning professionale di avere un confronto diretto e un riscontro immediato ai dubbi e perplessità sorti in merito alla nuova norma. L’evento inoltre sarà anche l’occasione di capire come la certificazione Ecolabel UE del servizio di pulizia potrà essere utilizzata nelle gare d’appalto pubbliche che applicano i CAM.

Il Workshop

La seconda parte dell’evento avrà il carattere di workshop in cui Ispra si relazionerà con le aziende presenti per un confronto sulle principali criticità riscontrate.

Per registrarsi e inviare dubbi e domande

L’invito, rivolto alle imprese di servizi interessate a conseguire la certificazione volontaria, è quello di inviare preventivamente dubbi e quesiti all’indirizzo events@afidamp.it in modo tale che si riescano a fornire in sede di workshop risposte esaurienti. Per registrarsi, andare al sito www.afidamp.it

 

 

Trabattelli, tutto quello che occorre sapere

Trabattelli, tutto quello che occorre sapere

18 dicembre 2018 - Articoli

(Tratto da GSA n.11, novembre 2018) Utilizzatissimi dalle imprese di pulizia/ multiservizi/ servizi integrati per i lavori “in quota”, i trabattelli rappresentano come è facile immaginare un elemento di criticità sotto il profilo del rischio. A questo proposito è utile il Quaderno Inail uscito lo scorso 28 settembre. Il documento, disponibile online, fa parte dei “Quaderni Tecnici”, il cui obiettivo…
Pulizia nelle scuole, terremoto in arrivo

Pulizia nelle scuole, terremoto in arrivo

13 dicembre 2018 - Articoli

Scuole, marcia indietro: per i servizi di pulizia si torna all’insourcing. E’ quanto prevede un discusso emendamento alla Legge di Bilancio per l’anno a venire, che mira a rivoluzionare il settore degli appalti di pulizie nelle scuole. Secondo quanto contenuto nel testo dell’emendamento, infatti, a partire dal 2020 le istituzioni scolastiche ed educative statali dovranno svolgere i servizi di pulizia…
Microplastiche nei detergenti, semaforo rosso dall’Europa

Microplastiche nei detergenti, semaforo rosso dall’Europa

12 dicembre 2018 - Articoli

(Tratto da GSA n.11, novembre 2018) Entro il 2020 mai più microplastiche nei prodotti per la pulizia: è quanto richiesto il 13 settembre scorso dall’Europarlamento, che nell’ambito di un Piano complessivo per l’economia circolare ha dichiarato guerra alle microparticelle polimeriche che sono sempre più diffuse nei mari e sulle coste e provocano ingenti danni all’ecosistema. Intanto sono già in essere…
Testate