Sicurezza: 1° Luglio, sanzioni più salate

09 luglio 2018 - Newsletter

Sicurezza: 1° Luglio, sanzioni più salate

A seguito della pubblicazione del Decreto Direttoriale n.12 del 6/6/2018,  L’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) ha emanato il 22 giugno scorso la lettera Circolare n. 314 recante le indicazioni operative per il personale ispettivo per la rivalutazione delle sanzioni concernenti le violazioni in materia di salute e sicurezza. L’incremento, dell’1,9% va calcolato sugli importi delle sanzioni attualmente vigenti e si applica alle ammende e alle sanzioni amministrative pecuniarie irrogate per le violazioni commesse successivamente al 1° luglio 2018. Non è previsto alcun arrotondamento, e l’incremento non si applica alle somme aggiuntive di cui all’art. 14 dell’81/08, che occorre versare ai fini della revoca del provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale.

Per effetto delle maggiorazioni previste, ad esempio, chi non nomina il Rspp o non effettua una corretta valutazione dei rischi rischia, oltre all’arresto da tre a sei mesi (che resta invariato) un’ammenda che può arrivare a oltre 7mila euro (circa750 euro rispetto a prima), e chi adotta un documento della sicurezza fuorilegge (cioè non allineato con quanto previsto dall’81/08 artt. 17, 28, 29) può arrivare a pagare quasi 4500 euro.

Occhio dunque a ogni superficialità (purtroppo ancora molto frequente nel nostro settore). Da oggi può costare ancora più cara. Al link le nuove tabelle ufficiali dell’Ispettorato del Lavoro.

Link Circolare Inl 314

Link decreto Ispettorato

Link Quadro riepilogativo nuove sanzioni dal 1° luglio

Lotta ai CCNL non rappresentativi

Lotta ai CCNL non rappresentativi

09 luglio 2018 - Newsletter

Torniamo a parlare della rappresentatività dei Contratti Collettivi, un tema sempre di grande attualità e interesse per il settore delle pulizie/ servizi integrati/ multiservizi, in cui vengono applicati, lo ricordiamo, una pluralità di contratti molti dei quali non sottoscritti dalle organizzazioni sindacali comparativamente maggiormente rappresentative, con conseguente distorsione del mercato e illegittimo aumento di competitività di alcune imprese a scapito…
Credito d’imposta per la formazione 4.0

Credito d’imposta per la formazione 4.0

09 luglio 2018 - Newsletter

Sulla Gazzetta Ufficiale n.143 del 22 giugno 2018 è   stato pubblicato il Decreto Interministeriale riguardante le disposizioni applicative dell’incentivo fiscale per talune spese di formazione del personale dipendente nel settore delle tecnologie, previste dal «Piano Nazionale Industria 4.0». Il beneficio fiscale introdotto dalla Legge di Bilancio per il 2018, art. 1, c. 46-56, è utilizzabile nella forma di credito d’imposta…
Sanzioni illegittime o esagerate

Sanzioni illegittime o esagerate

09 luglio 2018 - Newsletter

Sanzioni ai dipendenti? Attenzione a non esagerare, perché –anche in assenza di mobbing o di chiaro intento persecutorio- se sono tante e tali da causare al lavoratore un danno alle relazioni, alla salute o all’immagine professionale, quest’ultimo ha diritto a un risarcimento. A dirlo è la Cassazione, che con l’Ordinanza n. 16256 dello scorso 20 giugno 2018 si è pronunciata…
Testate