Libertà d’impresa e clausola sociale

30 Luglio 2018 - Newsletter

Libertà d’impresa e clausola sociale

La clausola sociale, lo sappiamo, è cosa buona e giusta ed è una sacrosanta tutela del diritto al lavoro, ma –almeno stando alla più recente giurisprudenza in materia- non può diventare un principio assoluto fino al punto da compromettere l’autonomia organizzativa dell’operatore economico subentrante in una commessa. In altre parole, come ha sancito il Consiglio di Stato con sentenza 4040 del 2 luglio scorso, riferita proprio a un appalto di servizi, i due principi vanno armonizzati.

Il secondo grado di giustizia amministrativa, nella fattispecie, era chiamato a pronunciarsi sulla legittimità o meno di indicare nel bando di gara il Contratto collettivo nazionale da applicare, ma quello che qui ci interessa immediatamente è il principio ribadito dai giudici di Palazzo Spada, e cioè che il principio della clausola sociale, ripreso anche dalla lex specialis del bando in oggetto, secondo cui è obbligatorio assorbire il personale impiegato dall’appaltatore uscente, deve “essere armonizzato e reso compatibile con l’organizzazione di impresa prescelta dall’imprenditore subentrante”.

Sentenza CdS 4040/18

Libertà organizzativa dell’impresa e clausole sociali

Libertà organizzativa dell’impresa e clausole sociali

26 Marzo 2019 - Newsletter

L’Autorità Nazionale Anticorruzione (Anac), con delibera n. 114 del 13 febbraio scorso, ha approvato le Linee Guida n. 13 sulla “Disciplina delle clausole sociali”, adottate ai sensi dell’articolo 213, comma 2, del decreto legislativo n. 50 del 2016 (di seguito Codice dei contratti pubblici), come novellato dal decreto legislativo 19 aprile 2017 n. 56 (cosiddetto decreto correttivo) e contengono indicazioni…
Appalti non genuini e somministrazione fraudolenta

Appalti non genuini e somministrazione fraudolenta

20 Marzo 2019 - Newsletter

Lo scorso 12 agosto è entrata in vigore la L. n. 96/2018 che ha convertito con modifiche il D.L. n. 87/2018. La legge di conversione ha tra l’altro reintrodotto, all’art. 38 bis del D.Lgs. n. 81/2015, il reato di somministrazione fraudolenta che si configura in tutti i casi in cui “la somministrazione di lavoro è posta in essere con la…
Appalti: UE apre procedura d’infrazione

Appalti: UE apre procedura d’infrazione

25 Febbraio 2019 - Newsletter

Una “direttiva europea”, come è noto, è un atto che vincola gli Stati membri quanto agli obiettivi da raggiungere, lasciando un ampio margine di autonomia sulle modalità: in altre parole indica i risultati da conseguire facendo salva la competenza degli organi nazionali in merito alla forma e ai mezzi con cui conseguirli. Le norme italiane non rispettano lo spirito comunitario…
Testate