Coop lancia una campagna di riduzione della plastica

30 luglio 2018 - industria & gdo

Coop lancia una campagna di riduzione della plastica

Meno plastica per i prodotti Coop che, aderendo alla campagna lanciata dalla Commissione europea, si impegna a raggiungere l’obiettivo di utilizzare 6.400 tonnellate annue di plastica riciclata al posto della vergine. Oltre all’ adesione alla campagna volontaria, Coop prevede che nell’arco di un quadriennio tutti i prodotti a marchio, con un valore commerciale di circa 3 miliardi di euro all’anno, saranno realizzati con materiali di imballaggio riciclabili o compostabili o riutilizzabili, mentre quelli della linea Vivi Verde, maggiormente dedicata alla tutela dell’ambiente, taglieranno il traguardo già a fine dell’anno prossimo.

Al centro degli impegni sottoscritti da Coop con la Ue in primo luogo le bottiglie di acqua minerale, i flaconi detergenza casa e tessuti, le vaschette per ortofrutta. Rientrano nel progetto anche le cassette riutilizzabili che servono a movimentare l’ortofrutta, la carne e il pesce. Per le 27 referenze di acqua Coop già a dicembre 2019 si raggiungerà il 30% di presenza di riciclato fino a salire al 50% a gennaio 2023.

Si tratta di impegni importanti, viste le quantità interessate. Solo le cassette usate in ortofrutta che vengono rinnovate ogni anno sono 600.000, già oggi contengono il 40% di plastica riciclata, per arrivare al 60% del 2025. A questi impegni già in essere o contratti con l’Unione Europea si sono aggiunti alcuni progetti speciali, in particolare per la pulizia del mare dalle plastiche e per la migliore informazione ambientale al consumatore.

Per Coop di tratta di un rilancio importante di un impegno storico a difesa dell’ambiente. Dalle azioni degli anni 80 (una per tutte la campagna che mise al bando i pesticidi) alla più recente ‘Acqua di casa mia’ (2010/2013, volta a incentivare l’uso dell’acqua di rubinetto e comunque di acqua minerale proveniente da fonti vicine), all’attività di sensibilizzazione verso i fornitori di prodotto a marchio, prima con il progetto Coop for Kyoto del 2006 poi evoluto negli anni con “Coop insieme per un futuro sostenibile” del 2017. I risultati sono oggi importanti: forte adesione alla campagna con 328 fornitori coinvolti in processi di miglioramento sostenibile delle proprie performance produttive.

Fonte:Helpconsumatori

“Salva un sacchetto. Salva l’ambiente“

“Salva un sacchetto. Salva l’ambiente“

25 settembre 2018 - igiene urbana

E’ partita il 17 settembre la campagna di educazione e sensibilizzazione ambientale sull’utilizzo dei sacchetti per la spesa “Salva un sacchetto. Salva l’ambiente”. L’iniziativa è promossa da CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi) in collaborazione con FEDERDISTRIBUZIONE, ANCC Coop e ANCD Conad, ed è finalizzata all’educazione e alla sensibilizzazione dei cittadini all’uso consapevole delle diverse tipologie di sacchetti, al loro impatto ambientale…
Il cliente cade, chi paga?

Il cliente cade, chi paga?

28 agosto 2018 - Articoli

(Tratto da GSA n.7, luglio 2018) Un problema a cui porre attenzione, perché si verifica spesso in aree pubbliche come supermercati, punti vendita, strutture della GDO e, in generale, luoghi aperti al pubblico ad alta frequentazione: i recenti orientamenti della Cassazione, che si è pronunciata proprio su un caso di… scivolone al supermarket. CLICCARE PER LEGGERE L’ARTICOLO…
Il percorso virtuoso di Lucart verso un’economia circolare della carta

Il percorso virtuoso di Lucart verso un’economia circolare della carta

27 luglio 2018 - imprese & dealers

L’industria può vincere la sfida della sostenibilità prendendo esempio dalla natura? A quanto pare sì. A dimostrarlo è la multinazionale toscana Lucart che, partendo proprio dall’osservazione della natura, è riuscita – in collaborazione con Tetra Pak® – a riprodurre anche a livello industriale un sistema virtuoso, in cui ciò che è scarto per un ciclo produttivo o di consumo diviene…
Testate