Riparte il “Klimaenergy Award”, premio nazionale per i migliori progetti energetici

12 luglio 2011 - igiene urbana

Riparte il “Klimaenergy Award”,  premio nazionale per i migliori progetti energetici

Prende il via l’edizione 2011 del “Klimaenergy Award”, la sfida virtuosa tra Comuni e Province di tutta Italia promosso da Fiera Bolzano e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano.Si possono presentare le candidature entro il prossimo 31 luglio.

 

Valorizzare le migliori esperienze e i progetti più meritevoli in ambito pubblico, mostrare le potenzialità di un modello energetico sostenibile, sottolineare il ruolo fondamentale di enti locali e territoriali nella diffusione delle fonti rinnovabili. Questi gli obiettivi del “Klimaenergy Award”, concorso per il miglior progetto energetico riservato ai Comuni e alle Province italiani più efficienti, giunto alla sua quarta edizione, nonché una delle iniziative di spicco di Klimaenergy, fiera internazionale dedicata alle energie rinnovabili per usi commerciali e pubblici in scena a Fiera Bolzano dal 22 al 24 settembre 2011.

 

Tutti i Comuni e le Province italiane potranno candidare i propri progetti improntati sul risparmio energetico e sulla produzione di energia da fonti rinnovabili entro il prossimo 31 luglio. Sarà possibile presentare i lavori portati a termine da gennaio 2008 o quelli che saranno conclusi entro dicembre 2011. La partecipazione al “Klimaenergy Award” è gratuita e rivolta a tre categorie di Comuni in base al numero di abitanti: Comuni con meno di 20.000 abitanti, Comuni dai 20.000 ai 150.000 abitanti e, infine, Comuni con più di 150.000 abitanti e Province.

Una giuria di esperti super partes valuterà i progetti presentati in conformità a criteri quantitativi e qualitativi: i criteri quantitativi riguardano il risparmio di CO2 (sia in termini assoluti sia in termini relativi, ovvero CO2 per abitante) mentre i criteri qualitativi riguardano il valore aggiunto: ecologico ed economico, la possibilità di adattare il progetto anche alla realtà di altri Comuni, il grado di innovazione, il coinvolgimento e la sensibilizzazione della popolazione. Per ogni categoria saranno selezionati i tre migliori progetti che verranno presentati in occasione di Klimaenergy per la votazione finale e la successiva premiazione.

I Comuni vincitori riceveranno la targa “Klimaenergy Award 2011” e un incentivo per partecipare, con uno stand, alla prossima edizione della fiera. Ai progetti vincitori, inoltre, sarà garantita visibilità sulla stampa nazionale e i premiati potranno utilizzare il logo “Klimaenergy-Award 2011” sia su stampati sia sulla homepage del proprio sito.

 

Grande la partecipazione all’edizione 2010 che, tra i 19 Comuni italiani candidati, ha visto l’assegnazione dei ‘Premi Klimaenergy Award’ ai progetti più meritevoli tra cui Dobbiaco (Bz), Pisa, Sassuolo, Torino, oltre a un riconoscimento speciale a Santa Luce (Pi).

 

Tutte le informazioni su Klimaenergy 2011, sul programma di contorno della fiera, sulle modalità di partecipazione al “Klimaenergy Award” e per scaricare il modulo per l’iscrizione al concorso: www.klima-energy.it.

Economia circolare, via libera da Parlamento Ue

Economia circolare, via libera da Parlamento Ue

24 aprile 2018 - igiene urbana

Approvato il 18 aprile scorso in via definitiva dal Parlamento europeo il pacchetto sull’economia circolare. L’accordo, in sintesi, prevede il 65% di riciclaggio dei rifiuti solidi urbani al 2035, con target intermedi del 55% al 2025 e 60% al 2030. Per gli imballaggi, invece, si prevedono target del 65% al 2025 e del 70% al 2030, con due sotto-obiettivi per…
Dulevo International chiude un ottimo 2017 con espansione in USA e sul mercato asiatico

Dulevo International chiude un ottimo 2017 con espansione in USA e sul mercato asiatico

12 aprile 2018 - facility management

Dulevo International,tra i leader mondiali nella pulizia commerciale, industriale e urbana, chiude il 2017 con un fatturato di circa 70 milioni di euro, registrando una forte espansione commerciale, a partire dall’incremento delle vendite sul mercato italiano (sale al 26% la quota delle vendite in Italia). Già attiva in oltre 80 Paesi nel mondo, nel corso dell’esercizio l’azienda emiliana ha potenziato…
Consiglio di Stato: si possono usare i  bioshopper portati da casa

Consiglio di Stato: si possono usare i bioshopper portati da casa

06 aprile 2018 - igiene urbana

II Consiglio di Stato  ha dato via libera all’uso di bioshopper monouso nuovi per frutta e verdura portati da casa o comprati altrove quando si fanno acquisti al supermercato o dal fruttivendolo. I consumatori potranno usare anche contenitori alternativi alle buste in plastica, purché idonei a contenere frutta e verdura. Il caso era scoppiato a gennaio, dopo l’ingresso nel decreto…
Testate