L’impegno “green” di Iper, La grande i

29 giugno 2012 - industria & gdo

L’impegno “green” di Iper, La grande i

Iper, La grande i conferma il suo impegno nel salvaguardare l’ambiente e nel sensibilizzare l’opinione pubblica sul risparmio energetico con un importante progetto per l’efficienza energetica che coinvolge tutti i 26 punti vendita.

A maggio 2012, infatti, è terminato il progetto di chiusura, con copertura in vetro, dei quasi 2 chilometri lineari di banchi surgelati. Questo intervento garantisce un risparmio complessivo di 1.500.000 KWh di energia elettrica, con una riduzione delle emissioni di CO2 di 900 Ton/anno.

“Il risparmio derivante dall’installazione di queste coperture permette a Iper, La grande i di compensare, almeno in parte, gli aumenti dei costi dell’energia di quest’anno e questo consente di limitare le ripercussioni del caro energia sui prezzi di vendita”, ha affermato Giampiero Lanzarotti, responsabile del progetto. “Prevediamo il 12% di risparmio in termini di energia rispetto allo scorso anno in questo settore”.

Entro la fine dell’anno sarà avviato anche il progetto di chiusura dei banchi frigo verticali, che, oltre a migliorare l’esperienza di acquisto dei consumatori, porterebbe a una riduzione dei consumi di oltre 7.000.000 di KWh con una riduzione delle emissione di CO2 di 4200 Ton/anno.

L’impegno green di Iper, La grande i è testimoniato anche dall’importante opera di installazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia solare presso l’ipermercato di Savignano sul Rubicone. Sono installati 7650 pannelli solari. L’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico sarà interamente utilizzata dal punto vendita, consentendo un risparmio annuo di € 378.000. L’impianto garantirà la riduzione delle emissione di CO2 di ben 600 tonnellate all’anno.

“Iper, La grande i ribadisce il proprio impegno costante nel mettere in atto politiche di salvaguardia dell’ambiente” ha dichiarato Antonella Emilio, Responsabile sociale di impresa. “Questi due importanti progetti, che sono ormai realtà concrete, dimostrano la nostra volontà di limitare l’impatto ambientale delle nostre attività e la volontà attiva di preservare l’ambiente.” 

Expo 2015, cemento mangia smog per Palazzo Italia

Expo 2015, cemento mangia smog per Palazzo Italia

25 febbraio 2015 - industria & gdo

No, non è fantascienza: le nuove tecnologie e i nuovi materiali fanno miracoli, e trasformano il cemento da superficie anonima, impattante e inquinante a “filtro” per un’aria più pura e un ambiente più salubre. Pioniere, in questo, campo, è l’italiana Italcementi, che già 10 anni orsono, nel 2004, aveva realizzato e brevettato Tx Active, un principio attivo che ha reso…

Impugnata la gara Consip sui buoni pasto

Impugnata la gara Consip sui buoni pasto

28 gennaio 2015 - industria & gdo

La Fipe-Confcommercio ha impugnato di fronte al Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio la gara Buoni Pasto 7 indetta da Consip per la fornitura annuale dei servizi sostitutivi di mensa ai pubblici dipendenti.
L’impugnativa è stata resa necessaria “dall’atteggiamento di Consip che, nonostante incontri con la federazione nei quali era stata fatta rilevare la insopportabilità per decine di migliaia di imprese…

Ecco di nuovo la legionella…

Ecco di nuovo la legionella…

12 gennaio 2015 - industria & gdo

(Tratto da GSA 12/14) Si torna a parlare di igiene dei sistemi aeraulici dopo i casi di legionella a Milano e a Roma (qui addirittura nella sede della Corte d’Appello). Il problema riguarda anche l’industria e le strutture della grande distribuzione organizzata.
Leggi l’articolo…

Testate