industria & gdo

L’impegno “green” di Iper, La grande i

L’impegno “green” di Iper, La grande i

29 giugno 2012

Iper, La grande i conferma il suo impegno nel salvaguardare l’ambiente e nel sensibilizzare l’opinione pubblica sul risparmio energetico con un importante progetto per l’efficienza energetica che coinvolge tutti i 26 punti vendita.

A maggio 2012, infatti, è terminato il progetto di chiusura, con copertura in vetro, dei quasi 2 chilometri lineari di banchi surgelati. Questo intervento garantisce un risparmio complessivo di 1.500.000 KWh di energia elettrica, con una riduzione delle emissioni di CO2 di 900 Ton/anno.

“Il risparmio derivante dall’installazione di queste coperture permette a Iper, La grande i di compensare, almeno in parte, gli aumenti dei costi dell’energia di quest’anno e questo consente di limitare le ripercussioni del caro energia sui prezzi di vendita”, ha affermato Giampiero Lanzarotti, responsabile del progetto. “Prevediamo il 12% di risparmio in termini di energia rispetto allo scorso anno in questo settore”.

Entro la fine dell’anno sarà avviato anche il progetto di chiusura dei banchi frigo verticali, che, oltre a migliorare l’esperienza di acquisto dei consumatori, porterebbe a una riduzione dei consumi di oltre 7.000.000 di KWh con una riduzione delle emissione di CO2 di 4200 Ton/anno.

L’impegno green di Iper, La grande i è testimoniato anche dall’importante opera di installazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia solare presso l’ipermercato di Savignano sul Rubicone. Sono installati 7650 pannelli solari. L’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico sarà interamente utilizzata dal punto vendita, consentendo un risparmio annuo di € 378.000. L’impianto garantirà la riduzione delle emissione di CO2 di ben 600 tonnellate all’anno.

“Iper, La grande i ribadisce il proprio impegno costante nel mettere in atto politiche di salvaguardia dell’ambiente” ha dichiarato Antonella Emilio, Responsabile sociale di impresa. “Questi due importanti progetti, che sono ormai realtà concrete, dimostrano la nostra volontà di limitare l’impatto ambientale delle nostre attività e la volontà attiva di preservare l’ambiente.” 

Tags: , ,


Alimenti non freschissimi? Una app ce lo svelerà

Alimenti non freschissimi? Una app ce lo svelerà

Un software per misurare la freschezza degli alimenti? Ci ha pensato Infratab, una società indiano-statunitense che ha messo a punto Freshtime™, una app che permette di individuare il momento in cui l’alimento deperibile ha le migliori caratteristiche organolettiche e nutrizionali.…

industria & gdo >>
Obbligatori i tappi antirabbocco per l’olio d’oliva in ristoranti e bar. Sanzioni fino a 8 mila euro

Obbligatori i tappi antirabbocco per l’olio d’oliva in ristoranti e bar. Sanzioni fino a 8 mila euro

Dal 25 novembre i pubblici esercizi devono presentare a tavola solo bottiglie d’olio d’oliva con tappo antirabbocco. E’ quanto previsto dalla Legge 161/2014 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 10 novembre u.s. La norma era sostanzialmente già in vigore dall’anno passato ma…

industria & gdo >>
Dalla Carta di Bologna 11 punti contro lo spreco alimentare

Dalla Carta di Bologna 11 punti contro lo spreco alimentare

Undici punti contro lo spreco alimentare. E’ la Carta di Bologna, il primo documento ufficiale del governo italiano, presentata il 24 novembre a Bologna nell’ambito del convegno “Stop food waste. Feed the planet”. L’obiettivo? “Farla sottoscrivere durante Expo dai governi…

industria & gdo >>

GSANEWS è un periodico registrato al Tribunale di Milano in data 15-04-2011 al numero 204 di proprietà di Edicom S.r.l, P.IVA 11879330154, info@gsanews.it