L’impegno “green” di Iper, La grande i

29 giugno 2012 - industria & gdo

Stampa L’impegno “green” di Iper, La grande i

Iper, La grande i conferma il suo impegno nel salvaguardare l’ambiente e nel sensibilizzare l’opinione pubblica sul risparmio energetico con un importante progetto per l’efficienza energetica che coinvolge tutti i 26 punti vendita.

A maggio 2012, infatti, è terminato il progetto di chiusura, con copertura in vetro, dei quasi 2 chilometri lineari di banchi surgelati. Questo intervento garantisce un risparmio complessivo di 1.500.000 KWh di energia elettrica, con una riduzione delle emissioni di CO2 di 900 Ton/anno.

“Il risparmio derivante dall’installazione di queste coperture permette a Iper, La grande i di compensare, almeno in parte, gli aumenti dei costi dell’energia di quest’anno e questo consente di limitare le ripercussioni del caro energia sui prezzi di vendita”, ha affermato Giampiero Lanzarotti, responsabile del progetto. “Prevediamo il 12% di risparmio in termini di energia rispetto allo scorso anno in questo settore”.

Entro la fine dell’anno sarà avviato anche il progetto di chiusura dei banchi frigo verticali, che, oltre a migliorare l’esperienza di acquisto dei consumatori, porterebbe a una riduzione dei consumi di oltre 7.000.000 di KWh con una riduzione delle emissione di CO2 di 4200 Ton/anno.

L’impegno green di Iper, La grande i è testimoniato anche dall’importante opera di installazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia solare presso l’ipermercato di Savignano sul Rubicone. Sono installati 7650 pannelli solari. L’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico sarà interamente utilizzata dal punto vendita, consentendo un risparmio annuo di € 378.000. L’impianto garantirà la riduzione delle emissione di CO2 di ben 600 tonnellate all’anno.

“Iper, La grande i ribadisce il proprio impegno costante nel mettere in atto politiche di salvaguardia dell’ambiente” ha dichiarato Antonella Emilio, Responsabile sociale di impresa. “Questi due importanti progetti, che sono ormai realtà concrete, dimostrano la nostra volontà di limitare l’impatto ambientale delle nostre attività e la volontà attiva di preservare l’ambiente.” 

Ultima chiamata per il clima… e Carrefour c’è!

Ultima chiamata per il clima… e Carrefour c’è!

13 gennaio 2016 - industria & gdo

(Tratto da GSA n.12, dicembre 2015) Il riscaldamento globale fa sempre più paura e tutti sono chiamati a fare la propria parte: gli obiettivi della Cop21 di Parigi sono ambiziosi ma gli esempi virtuosi non mancano, anche nell’industria e nel retail. Ecco il caso di Carrefour e di alcuni fornitori italiani, fra cui Amadori e Lucart. FARE CLIC PER SCARICARE…
Con ‘Beeapp': lo spreco diventa risorsa

Con ‘Beeapp': lo spreco diventa risorsa

12 gennaio 2016 - industria & gdo

Raccogliere in appena un minuto le segnalazioni di eccedenze dai comparti dell’industria alimentare e della grande distribuzione organizzata, con lo scopo di far arrivare questi prodotti in modo piu’ efficiente e veloce a chi ne ha bisogno. Si chiama ‘BeeApp‘ e funziona da novembre scorso.Si tratta di una nuova applicazione per smartphone capace di unire l’esperienza del Banco alimentare Roma, che…
Festeggiate senza sprecare

Festeggiate senza sprecare

30 dicembre 2015 - industria & gdo

Il Ministero dell’Ambiente, CONAI e i Consorzi Nazionali per il Riciclo degli imballaggi in alluminio (Cial), carta (Comieco), plastica (Corepla), acciaio (Ricrea), vetro (Coreve) e legno (Rilegno) hanno avviato il progetto  “Family Bag  – Non sprecare, un nuovo stile di vita”. L’iniziativa ha lo scopo di cambiare le abitudini degli italiani a tavola e promuovere comportamenti virtuosi volti a combattere lo…
Testate