L’impegno “green” di Iper, La grande i

29 giugno 2012 - industria & gdo

L’impegno “green” di Iper, La grande i

Iper, La grande i conferma il suo impegno nel salvaguardare l’ambiente e nel sensibilizzare l’opinione pubblica sul risparmio energetico con un importante progetto per l’efficienza energetica che coinvolge tutti i 26 punti vendita.

A maggio 2012, infatti, è terminato il progetto di chiusura, con copertura in vetro, dei quasi 2 chilometri lineari di banchi surgelati. Questo intervento garantisce un risparmio complessivo di 1.500.000 KWh di energia elettrica, con una riduzione delle emissioni di CO2 di 900 Ton/anno.

“Il risparmio derivante dall’installazione di queste coperture permette a Iper, La grande i di compensare, almeno in parte, gli aumenti dei costi dell’energia di quest’anno e questo consente di limitare le ripercussioni del caro energia sui prezzi di vendita”, ha affermato Giampiero Lanzarotti, responsabile del progetto. “Prevediamo il 12% di risparmio in termini di energia rispetto allo scorso anno in questo settore”.

Entro la fine dell’anno sarà avviato anche il progetto di chiusura dei banchi frigo verticali, che, oltre a migliorare l’esperienza di acquisto dei consumatori, porterebbe a una riduzione dei consumi di oltre 7.000.000 di KWh con una riduzione delle emissione di CO2 di 4200 Ton/anno.

L’impegno green di Iper, La grande i è testimoniato anche dall’importante opera di installazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia solare presso l’ipermercato di Savignano sul Rubicone. Sono installati 7650 pannelli solari. L’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico sarà interamente utilizzata dal punto vendita, consentendo un risparmio annuo di € 378.000. L’impianto garantirà la riduzione delle emissione di CO2 di ben 600 tonnellate all’anno.

“Iper, La grande i ribadisce il proprio impegno costante nel mettere in atto politiche di salvaguardia dell’ambiente” ha dichiarato Antonella Emilio, Responsabile sociale di impresa. “Questi due importanti progetti, che sono ormai realtà concrete, dimostrano la nostra volontà di limitare l’impatto ambientale delle nostre attività e la volontà attiva di preservare l’ambiente.” 

L’economia circolare di Lucart Group

L’economia circolare di Lucart Group

30 giugno 2015 - industria & gdo

28.715 t di Co2 in meno emessa in atmosfera e 165.000 alberi non tagliati, pari a una superficie boschiva di 556.000 mq (l’equivalente di 78 campi da calcio). Questi i risultati 2014 presentati al convegno “L’economia circolare di Lucart. Fiberpack®: l’evoluzione del riciclo”, a Expo presso l’area espositiva “Waterstone by Intesa Sanpaolo”. L’innovativa tecnologia messa a punto nel 2011 da…
In luglio a Milano il 2° Forum Ambiente, Salute, Alimentazione

In luglio a Milano il 2° Forum Ambiente, Salute, Alimentazione

17 giugno 2015 - industria & gdo

In occasione di Expo Salute 2015, la Fondazione Charta e la Fondazione Sicurezza in Sanità promuovono per i giorni 1, 2 e 3 luglio il 2° Forum Ambiente Salute Alimentazione, con il patrocinio del Ministero della Salute, Istituto Superiore di Sanità, Regione Lombardia e Conferenza Regioni-Pa. L’evento si terrà nella sede di Palazzo Lombardia, sede istituzionale della Regione, presso la…
Sostanze chimiche: i nuovi pittogrammi di pericolo e l’helpdesk

Sostanze chimiche: i nuovi pittogrammi di pericolo e l’helpdesk

03 giugno 2015 - imprese & dealers

Come le sostanze anche le miscele chimiche pericolose devono essere immesse sul mercato dal 1 giugno applicando i nuovi criteri di classificazione, etichettatura ed imballaggio. Si tratta spesso di prodotti di uso quotidiano, per esempio detergenti e disincrostanti per l’igiene della casa, che contengono sostanze chimiche come l’acido solforico nei prodotti disgorganti, l’acido fosforico nei prodotti disincrostanti o l’ipoclorito di…
Testate