Un’azienda italiana gestisce il ciclo dei rifiuti di metà del Cairo

29 novembre 2010 - igiene urbana

GESENU

L’Ambasciatore italiano in Egitto S.E. Claudio Pacifico si è congratulato con il Presidente Noto La Diega e con l’ing. Tortorella, General Manager di AAEC, per l’importante risultato raggiunto.

ASA International, società del Gruppo GESENU – attivo a livello internazionale – attraverso la società controllata AAEC, gestirà fino al 2018 il ciclo integrato dei rifiuti nelle zone Nord ed Ovest del Cairo, aree nevralgiche per l’amministrazione pubblica, la vita politica e il turismo.
L’importante annuncio è arrivato dopo la firma del contratto, che proroga e integra la precedente gestione, da parte del Presidente di AAEC R. Carlo Noto La Diega con il Presidente della CCBA Ahmed Ali Ahmed, alla presenza del Ministro delle Finanze Youssef Boutros Ghali, del Ministro dell’Ambiente egiziano George Maged e del Governatore del Cairo.

Il nuovo contratto prevede la fornitura dei servizi che riguardano il ciclo completo della gestione dei rifiuti solidi urbani, ovvero: spazzamento, raccolta porta a porta (l’intero sistema di raccolta domestica avviene con questa modalità), raccolta stradale e commerciale, trattamento di selezione e compostaggio, smaltimento finale e campagne di sensibilizzazione ambientale.
Questi i nuovi numeri della gestione:
• 50 milioni di euro annui è l’importo del nuovo contratto;
• 15 sono i distretti della città serviti, pari a un’area di circa 64 km quadrati, 775 km di strade principali e 1.960 km di strade secondarie;
• 5,5 milioni di abitanti serviti, attraverso 861mila utenze domestiche, con una densità media abitativa di 94.000 abitanti/km quadrati e una produzione giornaliera di 2.250 tonnellate di rifiuti al giorno;
• 5.500 impiegati e operai e 540 mezzi operativi;
• è, inoltre, prevista la realizzazione di una nuova discarica controllata e di un impianto di selezione e compostaggio tecnologicamente all’avanguardia, entrambi collocati a 25 km dal centro cittadino.
“L’accordo dimostra come-spiega Noto La Diega-,al di là delle gravi emergenze tornate in questi giorni sotto i riflettori dei media, anche l’imprenditoria italiana di questo settore sia viva e continui a raccogliere nel mondo apprezzamenti e riconoscimenti grazie a quanto le nostre imprese sono in grado di realizzare in Italia e all’estero”.

Contratti pubblici e concorrenza nei servizi di igiene urbana

Contratti pubblici e concorrenza nei servizi di igiene urbana

02 marzo 2015 - igiene urbana

E’ in programma il 4 marzo a Roma alle ore 14 l’evento promosso da Assoambiente dal titolo “Contratti pubblici, concorrenza e partecipazione alle gare: prospettive e casi di applicazione ai servizi di igiene urbana”. L’obiettivo dell’incontro, quindi, è anzitutto quello di partire dagli elementi di criticità attuali e fornire degli spunti operativi per un corretto recepimento delle Direttive europee in…

Let’s Clean Up Europe, iscrizioni aperte dal 9 marzo

Let’s Clean Up Europe, iscrizioni aperte dal 9 marzo

26 febbraio 2015 - igiene urbana

Dopo il successo della prima edizione, torna Let’s Clean Up Europe, la campagna europea contro il littering e l’abbandono dei rifiuti (www.ewwr.eu/lets-clean-up-europe).
Quest’anno le azioni si concentreranno dall’8 al 10 maggio, con la possibilità di organizzare attività per tutto il periodo dal 3 al 17 per garantire la massima partecipazione possibile. L’Italia è uno dei paesi europei che aderiscono all’iniziativa,…

Oggi giornata nazionale contro lo spreco alimentare

Oggi giornata nazionale contro lo spreco alimentare

05 febbraio 2015 - igiene urbana

Seconda edizione per la e l’Italia scende in campo con iniziative di ogni genere. A partire da una buona notizia: in materia di donazione degli alimenti invenduti si va verso una semplificazione normativa che dovrebbe diventare operativa entro l’anno. Ad annunciarlo è Andrea Segrè, presidente di Last Minute Market e coordinatore del comitato tecnico scientifico attivato dal ministero dell’Ambiente per…

Testate