Riparte il “Klimaenergy Award”, premio nazionale per i migliori progetti energetici

12 luglio 2011 - igiene urbana

Riparte il “Klimaenergy Award”,  premio nazionale per i migliori progetti energetici

Prende il via l’edizione 2011 del “Klimaenergy Award”, la sfida virtuosa tra Comuni e Province di tutta Italia promosso da Fiera Bolzano e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano.Si possono presentare le candidature entro il prossimo 31 luglio.

 

Valorizzare le migliori esperienze e i progetti più meritevoli in ambito pubblico, mostrare le potenzialità di un modello energetico sostenibile, sottolineare il ruolo fondamentale di enti locali e territoriali nella diffusione delle fonti rinnovabili. Questi gli obiettivi del “Klimaenergy Award”, concorso per il miglior progetto energetico riservato ai Comuni e alle Province italiani più efficienti, giunto alla sua quarta edizione, nonché una delle iniziative di spicco di Klimaenergy, fiera internazionale dedicata alle energie rinnovabili per usi commerciali e pubblici in scena a Fiera Bolzano dal 22 al 24 settembre 2011.

 

Tutti i Comuni e le Province italiane potranno candidare i propri progetti improntati sul risparmio energetico e sulla produzione di energia da fonti rinnovabili entro il prossimo 31 luglio. Sarà possibile presentare i lavori portati a termine da gennaio 2008 o quelli che saranno conclusi entro dicembre 2011. La partecipazione al “Klimaenergy Award” è gratuita e rivolta a tre categorie di Comuni in base al numero di abitanti: Comuni con meno di 20.000 abitanti, Comuni dai 20.000 ai 150.000 abitanti e, infine, Comuni con più di 150.000 abitanti e Province.

Una giuria di esperti super partes valuterà i progetti presentati in conformità a criteri quantitativi e qualitativi: i criteri quantitativi riguardano il risparmio di CO2 (sia in termini assoluti sia in termini relativi, ovvero CO2 per abitante) mentre i criteri qualitativi riguardano il valore aggiunto: ecologico ed economico, la possibilità di adattare il progetto anche alla realtà di altri Comuni, il grado di innovazione, il coinvolgimento e la sensibilizzazione della popolazione. Per ogni categoria saranno selezionati i tre migliori progetti che verranno presentati in occasione di Klimaenergy per la votazione finale e la successiva premiazione.

I Comuni vincitori riceveranno la targa “Klimaenergy Award 2011” e un incentivo per partecipare, con uno stand, alla prossima edizione della fiera. Ai progetti vincitori, inoltre, sarà garantita visibilità sulla stampa nazionale e i premiati potranno utilizzare il logo “Klimaenergy-Award 2011” sia su stampati sia sulla homepage del proprio sito.

 

Grande la partecipazione all’edizione 2010 che, tra i 19 Comuni italiani candidati, ha visto l’assegnazione dei ‘Premi Klimaenergy Award’ ai progetti più meritevoli tra cui Dobbiaco (Bz), Pisa, Sassuolo, Torino, oltre a un riconoscimento speciale a Santa Luce (Pi).

 

Tutte le informazioni su Klimaenergy 2011, sul programma di contorno della fiera, sulle modalità di partecipazione al “Klimaenergy Award” e per scaricare il modulo per l’iscrizione al concorso: www.klima-energy.it.

Premio Sviluppo Sostenibile 2015

Premio Sviluppo Sostenibile 2015

02 luglio 2015 - igiene urbana

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, organizza anche per il 2015 il Premio per lo Sviluppo Sostenibile, che ha avuto nelle sei edizioni precedenti l’alta adesione del Presidente della Repubblica. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che raggiungano rilevanti risultati ambientali, con iniziative innovative, buone…
Torna Ecomondo dal 3 al 6 novembre a Rimini Fiera

Torna Ecomondo dal 3 al 6 novembre a Rimini Fiera

19 giugno 2015 - igiene urbana

Tutta la filiera della green economy si incontrerà a Rimini Fiera, dove da martedì 3 a venerdì 6 novembre 2015 si terrà la 19°edizione di ECOMONDO, fiera internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile. Oltre 1200 aziende espositrici organizzate su 16 padiglioni: dal settore core, il trattamento e valorizzazione dei rifiuti con un focus spinto sulla…
I nuovi eco-reati sono legge: ecco cosa cambia

I nuovi eco-reati sono legge: ecco cosa cambia

25 maggio 2015 - igiene urbana

Il Senato ha approvato definitivamente il 19 maggio scorso il disegno di legge sugli ecoreati, che è ora legge. Come spiega nel dettaglio il dossier del Servizio studi del Senato, la legge sugli ecoreati introduce le seguenti nuove fattispecie delittuose: 1) il delitto di inquinamento ambientale (articolo 452-bis), che punisce con la reclusione da 2 a 6 anni e la…
Testate