igiene urbana

Riparte il “Klimaenergy Award”, premio nazionale per i migliori progetti energetici

Riparte il “Klimaenergy Award”,  premio nazionale per i migliori progetti energetici

12 luglio 2011

Prende il via l’edizione 2011 del “Klimaenergy Award”, la sfida virtuosa tra Comuni e Province di tutta Italia promosso da Fiera Bolzano e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano.Si possono presentare le candidature entro il prossimo 31 luglio.

 

Valorizzare le migliori esperienze e i progetti più meritevoli in ambito pubblico, mostrare le potenzialità di un modello energetico sostenibile, sottolineare il ruolo fondamentale di enti locali e territoriali nella diffusione delle fonti rinnovabili. Questi gli obiettivi del “Klimaenergy Award”, concorso per il miglior progetto energetico riservato ai Comuni e alle Province italiani più efficienti, giunto alla sua quarta edizione, nonché una delle iniziative di spicco di Klimaenergy, fiera internazionale dedicata alle energie rinnovabili per usi commerciali e pubblici in scena a Fiera Bolzano dal 22 al 24 settembre 2011.

 

Tutti i Comuni e le Province italiane potranno candidare i propri progetti improntati sul risparmio energetico e sulla produzione di energia da fonti rinnovabili entro il prossimo 31 luglio. Sarà possibile presentare i lavori portati a termine da gennaio 2008 o quelli che saranno conclusi entro dicembre 2011. La partecipazione al “Klimaenergy Award” è gratuita e rivolta a tre categorie di Comuni in base al numero di abitanti: Comuni con meno di 20.000 abitanti, Comuni dai 20.000 ai 150.000 abitanti e, infine, Comuni con più di 150.000 abitanti e Province.

Una giuria di esperti super partes valuterà i progetti presentati in conformità a criteri quantitativi e qualitativi: i criteri quantitativi riguardano il risparmio di CO2 (sia in termini assoluti sia in termini relativi, ovvero CO2 per abitante) mentre i criteri qualitativi riguardano il valore aggiunto: ecologico ed economico, la possibilità di adattare il progetto anche alla realtà di altri Comuni, il grado di innovazione, il coinvolgimento e la sensibilizzazione della popolazione. Per ogni categoria saranno selezionati i tre migliori progetti che verranno presentati in occasione di Klimaenergy per la votazione finale e la successiva premiazione.

I Comuni vincitori riceveranno la targa “Klimaenergy Award 2011” e un incentivo per partecipare, con uno stand, alla prossima edizione della fiera. Ai progetti vincitori, inoltre, sarà garantita visibilità sulla stampa nazionale e i premiati potranno utilizzare il logo “Klimaenergy-Award 2011” sia su stampati sia sulla homepage del proprio sito.

 

Grande la partecipazione all’edizione 2010 che, tra i 19 Comuni italiani candidati, ha visto l’assegnazione dei ‘Premi Klimaenergy Award’ ai progetti più meritevoli tra cui Dobbiaco (Bz), Pisa, Sassuolo, Torino, oltre a un riconoscimento speciale a Santa Luce (Pi).

 

Tutte le informazioni su Klimaenergy 2011, sul programma di contorno della fiera, sulle modalità di partecipazione al “Klimaenergy Award” e per scaricare il modulo per l’iscrizione al concorso: www.klima-energy.it.

Tags: , , , , , , , , ,


Il mercato della raccolta e riciclo dei rifiuti urbani e assimilati

Il mercato della raccolta e riciclo dei rifiuti urbani e assimilati

FISE ASSOAMBIENTE e FISE UNIRE, insieme a CONFINDUSTRIA ed in collaborazione con UNIONMACERI,  organizzano il Convegno dal titolo “Il mercato della raccolta e riciclo dei rifiuti urbani e assimilati, tra libertà d’impresa e diritti esclusivi”, che si terrà il giorno…

igiene urbana >>
I “criteri ambientali minimi” per l’affidamento del servizio di gestione dei rifiuti urbani

I “criteri ambientali minimi” per l’affidamento del servizio di gestione dei rifiuti urbani

(Tratto da GSA igiene urbana n.3, luglio-settembre 2014)
L’affidamento del servizio di gestione dei rifiuti urbani a seguito della pubblicazione della normativa relativa alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani improntata alla premialità.
Fare clic per scaricare l’articolo…

igiene urbana >>

A Genova nuova raccolta differenziata delle scarpe da ginnastica

E’ partito a Genova, il primo ottobre, un nuovo tipo di raccolta differenziata delle scarpe sportive usate grazie all’accordo che AMIU ha siglato con ESO (Ecological Services Outsourcing) aderendo al progetto Esosport®. Sono stati collocati una trentina di ESObox®, contenitori…

igiene urbana >>

GSANEWS è un periodico registrato al Tribunale di Milano in data 15-04-2011 al numero 204 di proprietà di Edicom S.r.l, P.IVA 11879330154, info@gsanews.it

- Condividi