Puliamo il Mondo 2013

11 settembre 2013 - igiene urbana

Puliamo il Mondo 2013

Anche quest’anno Puliamo il Mondo, la più famosa iniziativa di volontariato ambientale organizzata in Italia da Legambiente, invita tutti il 27, 28, 29 settembre ad essere dei protagonisti green, pronti a prendersi cura del Pianeta con azioni concrete a favore dell’ambiente, proprio come i personaggi del celebre film d’animazione “Epic”, che lottano e si impegnano per salvare il mondo e il suo patrimonio verde. Per questo motivo Puliamo il Mondo 2013 stringe amicizia con 20th Century Fox Home Entertainment ed “Epic”, una divertentissima favola ecologista per tutta la famiglia che permette al pubblico di immergersi in un universo incantato in cui la legge suprema è la tutela della natura e delle creature che la abitano, in uscita in Blu-ray, DVD e Digital HDTM dal 5 settembre.

“Puliamo il mondo – dichiara Rossella Muroni, direttore generale di Legambiente – nasce per rendere l’Italia un paese più pulito, libero dai rifiuti e dal degrado e consapevole della bellezza che possiede, tratto distintivo del Paese ma anche formula vincente per uscire dalla crisi economica. Una bellezza, quella dei luoghi e del patrimonio ambientale-storico-culturale, troppo spesso dimenticata e non tutelata a dovere. Per invertire questa tendenza, serve la collaborazione e l’aiuto di tutti perché ognuno di noi è il protagonista di Puliamo il Mondo. Da 21 anni la campagna coinvolge cittadini di tutte le età, enti, scuole ed aziende, attraverso progetti di cittadinanza attiva per valorizzare e tutelare il territorio, preservare gli ambienti naturali dall’abusivismo edilizio e dalla cementificazione e promuovere uno stile di vita ecosostenibile. E il protagonismo è proprio il punto di forza di Puliamo il Mondo che lo accomuna a quello dei personaggi del film di animazione Epic, per questo abbiamo deciso di avvalerci delle preziosa collaborazione della Home Entertainment 20th Century Fox e dei personaggi di “Epic”, ricordando l’importanza di prendersi cura dell’ambiente circostante attraverso azioni semplici ma efficaci che producono un reale cambiamento”.

Nel week-end di campagna dal 27 al 29 settembre saranno centinaia i cittadini, le associazioni e i comitati che collaboreranno localmente e quest’anno, a testimoniare l’attenzione sempre crescente da parte delle imprese per l’ambiente, in prima fila, armati di guanti e ramazza, ci saranno anche i dipendenti di centinaia di aziende. Tutti sono pronti per raccogliere rifiuti di ogni genere, non solo cartacce e bottiglie di plastica, ma persino pneumatici buttati sul ciglio della strada. Pochi sanno che nel prezzo di acquisto di nuovi pneumatici è inclusa una quota che serve al loro recupero, pochi sanno, come noi volontari, quanto pesano i pneumatici, quanta fatica si fa per tirarli da una scarpata o ripescarli dal fondo del mare. Ebbene, quest’anno, insieme ai Comuni italiani, ci proponiamo di censire tutte quelle abbandonate e avviare a recupero quelle che riusciremo a raccogliere, grazie ad un accordo con il Consorzio di recupero Ecotyre.

In questi 21 anni Puliamo il Mondo ha ottenuto importanti risultati. Lo scorso anno la campagna ha visto una squadra di oltre 600 mila volontari, di cui 300mila studenti soprattutto delle scuole medie, ripulire 4000 località dai rifiuti abbandonati. Nella pulizia straordinaria sono stati inoltre coinvolti 1.700 comuni, dove sono stati raccolti rottami di ogni genere come materassi, carcasse di elettrodomestici, mobili e tanta plastica. Numeri e risultati che si cercherà di bissare anche quest’anno in Italia ma anche negli altri Paesi del mondo, perché Puliamo il Mondo è una giornata condivisa da tutti. La campagna è, infatti, l’edizione italiana di “Clean Up the World”, la più importante campagna internazionale di volontariato ambientale nata a Sidney, in Australia, nel 1989 e portata poi in Italia nel 1993 da Legambiente, che in quell’anno ha assunto il ruolo di comitato organizzatore ed è presente su tutto il territorio nazionale grazie all’instancabile lavoro di oltre 1000 gruppi di “volontari dell’ambiente”, che organizzano l’iniziativa a livello locale in collaborazione con associazioni, aziende, comitati e amministrazioni cittadine.

Zanzara mi pungi? E io ti geolocalizzo!

Zanzara mi pungi? E io ti geolocalizzo!

19 maggio 2016 - disinfestazione

Torna la primavera e torna l’allarme zanzare, quest’anno reso ancora più acceso dal virus Zika che ricorda quanto serio e tangibile sia il rischio di trasmissione di malattie pericolose per l’uomo, in particolare da parte di Aedes albopictus, la famigerata zanzara tigre. L’idea di “ZanzaMapp” arriva dal ricercatore della Sapienza Cesare Bianchi e si basa sulle competenze complementari del laboratorio…
Quegli infestanti della porta accanto..

Quegli infestanti della porta accanto..

16 maggio 2016 - disinfestazione

Il nuovo libro “Entomologia urbana applicata”, di Pasquale Trematerra, è l’occasione per riflettere su alcuni rischi connessi allo sviluppo incontrollato delle megalopoli. Da cui traggono vantaggio infestanti di ogni tipo: dai roditori agli scarafaggi, dalle cimici agli uccelli. Ma alla base, secondo il docente di Entomologia, c’è spesso la cattiva gestione dell’ambiente in cui l’uomo vive ed opera. CLICCARE PER…
Presentato a Firenze il network europeo “Think Green. The environment: good for business”

Presentato a Firenze il network europeo “Think Green. The environment: good for business”

02 maggio 2016 - igiene urbana

È stato presentato il 27 aprile a Firenze il nuovo di imprese “network europeo Think Green. The environment: good for business” con sede a Bruxelles. Diverse le realtà industriali italiane che hanno deciso di aderire all’innovativo progetto. Tra le altre, Gorent Spa, Eco.Energia Srl, Eco.partecipazioni Srl, Italscania Spa e Quadrifoglio Spa.   Cos’è Think Green Nato dall’idea dell’imprenditore fiorentino Furio…
Testate